ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

sabato, 30 giugno, 2018

https://www.antenna3.tv/2018/06/30/confartigianato-congratulazioni-al-sindaco-persiani-ora-subito-al-lavoro-ru-bonifiche-turismo-e-periferie-ce-tanto-da-fare/

Mediavideo Antenna3

CONFARTIGIANATO-“CONGRATULAZIONI AL SINDACO PERSIANI: ORA SUBITO AL LAVORO RU, BONIFICHE, TURISMO E PERIFERIE, C’E’ TANTO DA FARE”

di  Redazione web

“Auguriamo buon lavoro al nuovo sindaco della città di Massa, Francesco Persiani, il primo del centrodestra a guidare il Comune dal dopoguerra. E’ chiara la volontà di cambiamento che i cittadini hanno voluto affidare con il loro voto a questa nuova amministrazione. Ora, però, il tempo della campagna elettorale è finito e crediamo che si debba subito iniziare a lavorare per dare davvero un volto nuovo alla città che ha bisogno di progetti concreti e di fatti per rilanciarsi, su più fronti. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo e a confrontarci apertamente su tutti i temi”. A dirlo sono il presidente e il vice presidente di Confartigianato Massa Carrara, Sergio Chericoni e Stefano Bellè, che vogliono così entrare nel merito di quelli che per l’associazione di categoria sono gli argomenti principali da mettere subito all’ordine del giorno. “C’è da lavorare, e tanto. Il primo punto, certamente, è quello della riorganizzazione della macchina amministrativa. Bisogna snellire le procedure, semplificare la burocrazia interna e rendere più efficiente tutto l’apparato dirigenziale e tecnico che spesso e volentieri, in passato, ha determinato un rallentamento delle scelte e della realizzazione dei progetti”. “Ci aspettiamo un potenziamento degli uffici tecnici e dell’urbanistica per rispondere a tutte le richieste che arriveranno dalla città a seguito dell’approvazione del Regolamento urbanistico. Ci aspettiamo inoltre la riorganizzazione dell’ufficio appalti che deve garantire maggiore trasparenza e una effettiva rotazione delle imprese, privilegiando gli operatori locali nei limiti di quanto consente la normativa. Siamo inoltre fortemente convinti della necessità della creazione di un ufficio ad hoc per intercettare bandi e finanziamenti, europei, ministeriali e regionali, per non perdere occasioni di rilancio”. Nodo cruciale dell’analisi resta comunque il Regolamento urbanistico: “Siamo felici che il sindaco Persiani abbia messo la conclusione della procedura del Ru fra le sue priorità – incalza Emil Turba, presidente della sezione Edili di Confartigianato -, proponendosi di accelerare i tempi per la trasmissione di tutti gli atti a Firenze. Da questo punto di vista, grazie anche all’incontro che la nostra associazione ha avuto con i tecnici della Regione abbiamo comunque la certezza che tempi e procedure sono stati rispettati. Ora chiediamo che il percorso venga concluso senza colpi di teatro che potrebbero creare danni a tutto il settore e alla città intera”. Questo, d’altronde, è solo l’inizio di un percorso che dovrà portare “all’immediato avvio della stesura del nuovo Piano strutturale che ci aspettiamo emerga dal confronto con tutta la comunità, dai cittadini alle imprese, passando per tutti i portatori di interesse – prosegue l’architetto Roberto Del Sarto -. Il Piano strutturale deve essere avviato entro novembre 2019 e dovrà contenere la visione completa di tutte le criticità del territorio e, di conseguenza, le strategie e le visioni per il futuro da inserire poi nel futuro Piano operativo, che sostituirà il Regolamento urbanistico. Il compito degli strumenti urbanistici non può essere ridotto a mera edificazione: sono loro a determinare il disegno della città, a dare le chiavi per riqualificare il tessuto economico e sociale del territorio da cui deriva un effetto ‘domino’ sul rilancio della cultura. Ci aspettiamo che Massa, capoluogo della provincia, diventi il simbolo di un nuovo modo di immaginare e disegnare la città”. E’ il presidente Chericoni a tracciare poi gli altri ambiti di intervento: “Bisogna occuparsi al più presto delle società partecipate, partendo da Asmiu che deve essere governata, rinnovata e messa in condizione di poter operare al meglio. Per fare turismo il decoro è essenziale quindi non possiamo permettere di far mancare risorse all’azienda che si occupa di questi aspetti e della raccolta rifiuti in tutta la città. Va definita al più presto la situazione delle cave e vorremmo capire sotto questo aspetto quali sono le proposte e le idee della nuova amministrazione. Infine ci aspettiamo che quanto di buono è stato fatto non venga comunque perso. Ci riferiamo al Regolamento urbanistico, certamente, ma anche al piano delle periferie che consentirà di investire 14 milioni di euro; poi ci sono 21 milioni di euro già stanziati per la bonifica della falda della Zona industriale, altrettanti per la reindustrializzazione e il collegamento con il Porto di Marina di Carrara, altri 20 milioni circa per combattere l’erosione dal Lavello fino al Frigido. Ci sono tante criticità ma anche tante occasioni. C’è da lavorare tanto, insieme alla città”.

ore: 19:19 | 

comments powered by Disqus