ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

martedì, 17 ottobre, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/10/17/la-bella-e-bestia-metamorfosi-di-pregiudizi-e-lo-spettacolo-che-metteranno-in-scena-le-ragazze-del-carcere-minorile-di-pontremoli/

Mediavideo Antenna3

“LA BELLA E LA BESTIA. METAMORFOSI DI PREGIUDIZI” E’ LO SPETTACOLO CHE METTERANNO IN SCENA LE RAGAZZE DEL CARCERE MINORILE DI PONTREMOLI.

di  Redazione web

Debutta venerdì sera “La bella e la bestia, metamorfosi di pregiudizi”, spettacolo messo in scena dalle ragazze dell’Istituto penale minorile di Pontremoli e un gruppo di allievi attori locali. Una rivisitazione della storia immersa in una atmosfera dark e onirica con una struttura “a sequenze” dove la musica avvolge lo spettatore e in cui nulla è scontato. Venerdì 20 e sabato 21 alle 21 al Teatro della Rosa si potrà assistere allo spettacolo diretto da Paolo Billi e Elvio Pereira Assunçao. E’ la quarta tappa del progetto “Saran rose e fioriranno” che ha per protagoniste le ragazze del carcere di Pontremoli che grazie al teatro sviluppano una esperienza educativa, formativa e artistica. “Il tema rispecchia la quotidianità vissuta nel mondo di oggi, in cui pregiudizi e stereotipi guidano il nostro vivere, ci sottomettono nell’agire e nel pensare – ha commentato il sindaco Lucia Baracchini – le ragazze ci trasporteranno in un “mondo alternativo” in cui prendere coscienza di quelli che sono i luoghi comuni con cui conviviamo”. “Le ragazze pensano che le bestie siamo noi che le costringiamo a stare dentro il carcere – racconta il direttore Mario Abrate – pensano di arrivare in quello che potrebbe ricordare il tetro castello in cui la bella è rinchiusa. Il nostro lavoro è far capire loro che possono essere ascoltate, istruite, curate e rispettate”. Oltre alla scenografia, realizzata con l’Accademia di Belle Arti di Carrara, sono stati attivati un laboratorio di sartoria, all’interno dell’istituto e al Centro Giovanile Sismondo, e un laboratorio di movimento e di teatro. Tappa di lavoro comune tra le ragazze e gli studenti delle scuole superiori locali è stato il laboratorio di scrittura creativa. Il progetto è promosso dal Centro per la Giustizia Minorile del Piemonte, Liguria, Valle D’Aosta e Massa Carrara, dalla Regione Toscana, dal Comune di Pontremoli, con un contributo del Lions Club. L’incasso andrà devoluto alle ragazze dell’Istituto.

ore: 20:01 | 

comments powered by Disqus