ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

venerdì, 6 ottobre, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/10/06/dellindagine-sui-carabinieri-di-aulla-si-sono-chiuse-le-indagini-della-procura-e-tra-i-37-indagati-ci-sarebbe-anche-il-comandante-di-massa-carrara-la-sua-pero-e-una-posizi/

Mediavideo Antenna3

INDAGINE SUI CARABINIERI DI AULLA. CHIUSE LE INDAGINI DELLA PROCURA E TRA I 37 INDAGATI CI SAREBBE ANCHE IL COMANDANTE DI MASSA CARRARA. LA SUA PERO’ E’ UNA POSIZIONE DEL TUTTO MARGINALE.

di  Redazione web

L’indagine sui carabinieri di Aulla si è chiusa con un indagato illustre iscritto dalla procura di Massa Carrara nel registro degli indagati assieme a molti altri colleghi. Si tratta del comandante dei Carabinieri Valerio Liberatori, arrivato nella provincia apuana circa un anno fa. Le indagini, coordinate dal procuratore Aldo Giubilaro e dal sostituto procuratore Alessia Iacopini, avevano portato, lo scorso giungo all’arresto o sospensione di quattro carabinieri accusati di pestaggi, violenze sessuali, intimidazioni ed abuso d’ufficio all’interno delle caserme di Aulla e Albiano Magra. Il fascicolo per la conclusione delle indagini è stato depositato in questi giorni e il numero dei carabinieri sarebbe aumentato: 37 sarebbero in totale i militari indagati e ben 189 i capi di imputazione complessivi. Quella del comandante però è ritenuta una posizione del tutto marginale rispetto al quadro complessivo dell’inchiesta. Non si sbottonano dalla procura, nessuna dichiarazione in merito; solo un richiamo ad un’Arma in cui la maggioranza degli appartenenti svolgono un lavoro da apprezzare e stimare. Il colonnello, da pochi giorni non era già più alla guida del comando provinciale apuano, ma il suo trasferimento nulla ha a che fare con l’indagine; è stato chiamato per ricoprire altrove un incarico di prestigio.

 

 

ore: 19:54 | 

comments powered by Disqus