ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

mercoledì, 18 gennaio, 2017

https://www.antenna3.tv/2017/01/18/firmata-lordinanza-per-lattivazione-prolungata-degli-impianti-termici/

Mediavideo Antenna3

Firmata l’Ordinanza per l’attivazione prolungata degli impianti termici

di  Redazione web

Emanata l’Ordinanza per l’attivazione prolungata e facoltativa degli impianti termici di riscaldamento sul territorio comunale fino al prossimo 23 gennaio.

A seguito delle previsioni meteo che annunciano protrarsi delle avverse condizioni climatiche con l’abbassamento delle temperature, il Sindaco Angelo Zubbani ha firmato l’ordinanza n.19, con la quale viene consentita l’attivazione prolungata e facoltativa degli impianti termici di riscaldamento dal fino al prossimo 23 gennaio, per un massimo di 18 ore.

Il Comune di Carrara rientra nella zona climatica “D”, per la quale è previsto che gli impianti termici possano essere avviati per 12 ore giornaliere dal 1 novembre al 15 aprile: al di fuori di questo periodo gli impianti termici possono essere attivati solo in presenza di situazioni climatiche che ne giustifichino l’esercizio e, comunque, con una durata giornaliera non superiore alla metà di quella consentita in via ordinaria.

E’ previsto che i Sindaci con una apposita Ordinanza possano ampliare o ridurre, a fronte di comprovate esigenze, i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di attivazione degli impianti termici, stabilendo la riduzione della temperatura ambiente massima consentita sia nei centri abitati che nei singoli immobili.

L’amministratore del condominio, o il responsabile dell’impianto di riscaldamento, è tenuto ad esporre in modo visibile la soluzione prescelta, indicando il periodo relativo all’orario di funzionamento.
Tali disposizioni non si applicano, tra gli altri, agli edifici adibiti a ricovero, ospedali, cliniche, agli asili nido, alle scuole materne, alle piscine, agli alberghi, agli impianti degli uffici di attività commerciali, industriali e attività assimilabili, poiché non sono soggetti a limitazioni del periodo annuale di esercizio e della durata giornaliera di attivazione degli impianti termici.

ore: 13:51 | 

comments powered by Disqus