ore:  12:17 | aggiornamento Allerta Giallo per Rischio idrogeologico, idraulico reticolo minore in corso fino alle ore 23.59 di mercoledì 8 dicembre 2021

ore:  13:43 | Vento e mareggiate, codice giallo fino al 5 dicembre. Possibili nevicate in montagna

ore:  15:52 | Maltempo, codice giallo per vento dalla mezzanotte di lunedì per 24 ore

ore:  15:59 | Codice giallo esteso fino alla mattinata di lunedì 15 novembre, in arrivo vento e mareggiate

ore:  12:57 | aggiornamento Allerta Giallo per Rischio idrogeologico, idraulico reticolo minore e Temporali Forti dalle ore 18:00 di sabato 13 novembre fino alle ore 23.59 di Domenica 14 novembre.

domenica, 18 dicembre, 2016

https://www.antenna3.tv/2016/12/18/e-nata-la-corrente-per-enrico-rossi-segretario-del-pd/

Mediavideo Antenna3

E’ nata la corrente per Enrico Rossi segretario del PD

di  Redazione web

E’ nata ieri a Roma l’associazione “Democraticisocialisti”. L’associazione ha come obiettivo la creazione di un’area politica interna ed esterna al PD per sostenere la proposta della “Rivoluzione socialista” avanzata in questi mesi da Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e candidato alla segreteria del Partito Democratico, in vista del prossimo congresso.
L’assemblea ha visto la partecipazione di un centinaio di delegati provenienti da tutte le regioni del paese.
Presidente di “Democraticisocialisti” è il giornalista Peppino Caldarola.
Per il prossimo 28 gennaio, l’associazione promuoverà a Roma un’assemblea nazionale per individuare idee per un PD rinnovato con radici sociali e identità più forti di quelle attuali.
La proposta di Rossi riscontra, intanto, un interesse crescente. A testimoniarlo, proprio oggi, un nuovo sondaggio che indica il presidente della Regione Toscana come la figura maggiormente in grado di rappresentare un’alternativa alla segreteria del Partito Democratico oggi in carica.
“Dovremmo convocare il congresso, c’è bisogno di discutere” ha detto oggi Rossi durante il suo intervento all’Assemblea Nazionale del PD, nel corso del quale ha giudicato negativamente la relazione del segretario Matteo Renzi. “Non mi ha soddisfatto, non la condivido” ha spiegato Rossi: “Mi pare contenga un elemento di chiusura sul sì che trovo pericoloso per le nostre prospettive”.
Secondo il presidente della Toscana, dopo la vittoria del no, il Partito deve ripartire dall’apertura di un tavolo con le forze sociali e “lì vada sminata la questione del Jobs Act”. Per Rossi, “Noi abbiamo bisogno di presentarci alla prossima campagna elettorale con un patto sociale per lo sviluppo del Paese e i protagonisti di un patto sociale sono le forze sociali”. “C’è bisogno – ha concluso – di un profilo politico-culturale diverso e più netto ispirato agli ideali dell’umanesimo socialista e cristiano”

ore: 22:12 | 

comments powered by Disqus