ore:  10:07 | Codice giallo per piogge e temporali su tutta la Toscana il 7 e l’8 giugno

ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

lunedì, 24 ottobre, 2016

https://www.antenna3.tv/2016/10/24/il-94-ha-cellulare-ma-non-banda-larga-il-50-non-e-disposto-a-pagare-di-piu-per-connessione-veloce/

Mediavideo Antenna3

Il 94% ha cellulare ma non banda larga Il 50% non è disposto a pagare di più per connessione veloce

di  Redazione web

Solo un’esigua minoranza di italiani (il 6%) non ha un cellulare o uno smartphone, mentre il 94% non può più farne a meno. E circa il 30% dispone di tre dispositivi (smartphone, tablet e Pc portatili) che consentono l’accesso alla rete in mobilità. Inoltre, il 60% degli individui sceglie abbonamenti bundle che comprendono, sia servizi vocali sia servizi dati. E’ quanto emerge dal rapporto “Il consumo di servizi di comunicazione: esperienze e prospettive” elaborato dall’Agcom.

Italiani consumatori dispositivi di ultima uscita
Gli italiani sono grandi consumatori di dispositivi di ultima uscita, ma sedotti poco dalla velocità di trasmissione dei dati offerti da banda larga e ultralarga. Dalla ricerca emerge che oltre il 50% degli utenti non è disponibile a pagare di più per ottenere una connessione più veloce. Il 45% degli individui non conosce la velocità della propria connessione Internet (ignoranza che però si riduce al crescere del titolo di studio) e circa il 40% non è a conoscenza dell’esistenza di software per testare la velocità di collegamento.

Accesso banda larga
Secondo la ricerca a spiegare il gap con l’Europa nella diffusione dell’accesso a banda larga e ultra larga è dovuto da un lato dalla scarsità dell’informazione e in generale l’insufficiente livello di conoscenze tecniche e tecnologiche, dall’altro dalla maggiore anzianità della popolazione italiana.
Infatti se si considera la popolazione fino a 29 anni, ossia quella fascia di età che può essere considerata maggiormente incline all’utilizzo di tecnologie dell’informazione e ai servizi ad esse connessi, questa rappresenta solo il 29% della popolazione, 8 punti percentuali in meno rispetto alla media europea (37%). Di contro, guardando gli over 65 anni, il dato del nostro Paese (21,7%) risulta il più elevato e superiore di tre punti rispetto al valore medio europeo (18,8%).

ansa

ore: 11:41 | 

comments powered by Disqus