Venerdì 10 agosto alle ore 18,30 sarà inaugurata al Museo Diocesano di Massa la seconda sezione della mostra dal titolo “La Pietra, l’anima del Marmo”, una esposizione che mette a colloquio espressioni  artistiche diverse: la scultura di Marco Alberti e la fotografia di Antonella Pizzamiglio. Il tema comune è il marmo, fonte di ispirazione e materia da plasmare per gli artisti, fonte di sussistenza per un popolo come quello apuano che intorno all’estrazione del marmo ha fondato la propria economia e la propria storia.

La mostra, realizzata con il patrocinio del Comune di Massa, della Provincia di Massa Carrara e del Comune di Martignana di Po (CR) e grazie al sostegno di numerosi sponsor privati,  si sviluppa su più sedi espositive: Villa Cuturi a Marina di Massa che è stata presentata al pubblico con successo lo scorso sabato 4 agosto, e il Museo Diocesano di Massa le cui sale apriranno ufficialmente venerdì 10 agosto.

La mostra si aprirà con  la presentazione di un libro di particolare interesse per il nostro territorio, dedicato allo scultore Domenico Guidi, nato a Torano nel 1625 ed attivo a Roma dove fu uno dei protagonisti della cultura barocca. Né parlerà l’autore, Cristiano Giometti a cui si deve uno dei saggi introduttivi al catalogo della mostra. Il dottor Giometti  aprirà una parentesi su un tema spesso trascurato, quello relativo ai numerosi  scultori che partendo dalle terre apuane portarono altrove il loro bagaglio di saperi e conoscenze sulla lavorazione del marmo, riscuotendo all’estero, più che in patria, successo e riconoscimenti.

La sezione della mostra allestita al Museo Diocesano è dedicata in particolare al perdurare di una tradizione legata ai mestieri del marmo che caratterizza la cultura artistica del nostro territorio. Le opere di Marco Alberti si confrontano così con alcuni scatti realizzati da Antonella Pizzamiglio nelle chiese della nostra Diocesi, che fanno rivivere le opere dei maestri del passato attraverso scorci inediti e affascinanti chiavi di lettura. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Museo Diocesano telefonando al n. 499241 oppure inviando una e mail a bbcc@massacarrara.chiesacattolica.it