Clima teso oltre misura ieri pomeriggio alla presentazione dello studio sulle Pm10 a Carrara realizzato dagli studenti delle classi 4° e 4° E del liceo scientifico cittadino all’interno del progetto “Sentinelle della Legalità” promosso dalla fondazione Antonino Caponnetto, dalla Regione Toscana e dall’Arci. La presentazione è stata la prima occasione di vero confronto tra i ragazzi  e l’amministrazione ma da confronto si potrebbe dire che si è trasformato in scontro quando, dopo l’intervento di Pino Sansoni di Legambiente, ha preso la parola il sindaco Zubbani che non ha usato mezzi termini verso il documento intendendo riferirsi a coloro che avevano fornito i documenti ai ragazzi ovvero Legambiente«Non voglio mancare di rispetto agli insegnanti e ai ragazzi ma alla fine i casi sono due. Carrara o è amministrata da un sindaco da arrestare o è amministrata da un sindaco da internare. Ho già avuto modo di dire che non ci sono sentenze da scrivere e invece qui mi pare che non solo ci sia una sentenza chiara nelle slide ma mi vengono addirittura messe parole in bocca che io non ho mai detto». Alla fine si è trovata una mediazione anche perché lo scopo della giornata era il documento dei giovani e non i rancori tra l’amministrazione e le associazioni. I ragazzi verranno ricevuti nelle prossime settimane dal sindaco Zubbani che darà loro la documentazione in possesso all’amministrazione e fornirà i chiarimenti per le questioni emerse nel documento.