Una conferenza stampa atta a comunicare ufficialmente la rottura degli aderenti al gruppo Carrara prima di tutto dal Pdl carrarese. Una lunga disanima da parte dell’ideatore dell’Associazione Simone Caffaz volta a ricostruire il percorso che, da novembre ad oggi avrebbe portato inesorabilmente ad una scissione con quelli che oggi vengono chiamati ex amici, a partire dal Coordinatore provinciale Ferri ed il consigliere Laquidara.  Una conferenza stampa illustrata quasi interamente da Caffaz che non ha mancato di forti accenni polemici nei confronti del gruppo Pdl, tacciato di aver tramato per la cacciata sua e degli aderenti a Carrara prima di tutto, per opportunismo politico e, forse gelosia. Un nuovo gruppo consigliare che si dichiara aperto ad ogni collaborazione, da parte della società civile così come da forze politiche. Non si tratterà però in ogni caso di una lista civica in appoggio dell’attuale sindaco Angelo Zubbani, ha tenuto a ribadire Caffaz: si tratterà di “Carrara prima di tutto” e non, come in molti hanno voluto insinuare di “Zubbani prima di tutto”, mai ci alleeremo con la giunta oggi al governo. “Una forza trasversale e aperta ai moderati, per il bene della città”, ha affermato il capogruppo Iginio Dell’Amico, “che avrà un suo candidato a sindaco che, ribadisco, non sarà Angelo Zubbani, ma un’alternativa all’attuale all’oggi e mai in coalizione con l’estrema sinistra”. Mai con le forze oggi al governo insomma, così come lo stesso Caffaz aveva sottolineato, ma aperti a chiunque al di là dell’ideologia politica…aperti anche ai probabili cambiamenti politici a livello nazionale… e se i cambiamenti riguardassero il Psi? Scenario molto improbabile, ha tenuto ad affermare Caffaz