Si è tenuta quest’oggi la commissione Sanità nella quale, con l’assessore Daniela Scaramuccia, si è parlato della situazione dell’Asl 1 di Massa. Sull’argomento interviene Gian Luca Lazzeri, consigliere regionale della Lega Nord Toscana, nonché componente della IV° Commissione Sanità e Politiche Sociali.

 «Durante la commissione di oggi (giovedì 30 dicembre, ndr) – spiega Lazzeri – sono emersi dei dati sconcertanti. Uno su tutti il buco dell’Asl 1, che relativamente al bilancio  2009 si aggira intorno ai 215 milioni di euro, mentre nel 2010 lo sbilanciamento è di circa 45 milioni. Non solo, ma nel 2009 ci è stato comunicato che risultano esserci 92 milioni di crediti inesistenti.

 Dalle verifiche emerge che l’Asl 1 di Massa ha un numero di dipendenti, rispetto alle altre Asl, sproporzionato. Infatti, ci sono 400 amministrativi su circa 2800 dipendenti.

 In questi giorni – termina Lazzeri –, il commissario ha proposto ai fornitori delle transazioni. Questo non è giusto: o si teme che le forniture non siano corrette, ma allora ci deve essere detto, oppure si vuole soltanto risparmiare. In quest’ultimo caso, però, facciamo pagare alle aziende i costi di una gestione non corretta dell’Asl 1 di Massa».