Sarebbe nuovamente il tempo dei sodalizi secondo “CarraraUnita”, ed ogni qual volta che in città si avvertirebbe il profumo delle elezioni, si darebbe inizio al gran ballo dei compromessi politici; la destra andrebbe con la sinistra, di modo che le poltrone vadano sempre ai soliti. “È veramente l’ora di farla finita, la politica non è questa!”, insorge l’associazione, “Ci hanno distrutto le montagne,azzerato i ravaneti, provocando alluvioni e disastri ambientali, mentre il marmo viene esportato a blocchi per la gioia di pochi e la rovina dei più”. Il debito collettivo per costruzione della Strada dei Marmi inoltre sarebbe in realtà utile esclusivamente a pochi industriali che trattano granulati. “Ma se è a loro che serve”, chiude l’associazione, “perché non se la sono pagata? O meglio, perchè il nostro Comune non intervenne in proposito?”