Il coinvolgimento del governatore Rossi nella vicenda che riguarda la Asl1, un direttore generale forse “messo in mezzo” ad una questione che esula dal presunto buco di bilancio e uno scandalo che invece ruota tutto attorno ai quattro ospedali. Parlano di questo i documenti che l’Onorevole Lucio Barani ha presentato ieri mattina al sostituto procuratore Federico Manotti, centinaia di pagine che racchiudono lettere, fax e i dati di una indagine partita l’anno scorso dalla Commissione di inchiesta parlamentare sugli sperperi in campo sanitario, che aprì un fascicolo sia sulla Asl 1, che sul presidente della regione Enrico Rossi, allora assessore alla sanità. Documenti secretati, su cui Barani non può sbilanciarsi molto, ma in cui si evincerebbe che Rossi “non poteva non sapere”

 La documentazione di Barani dimostrerebbe che a produrre quel famoso documento considerato falso con cui la regione accertava il credito vantato dalla asl c’erano più persone e l’unico estraneo forse è proprio il direttore generale Delvino

 Insomma secondo Barani Delvino non avrebbe mai potuto fare tutto da solo, ma è l’unico ad averci rimesso:

 Forse tutto ruota attorno ai 4 ospedali. Barani spara il fuoco di artificio, poi afferma che Il procuratore ha gradito la documentazione sul Sior, società delle 4 Asl che costruiscono gli ospedali unici perchì lì dentro si nascondono molte verità

 Barani non fa nomi, lascia solo intendere, poi conferma anche il fatto che il buco di bilancio potrebbe superare i 120 milioni di euro e che ci sono state due importanti perquisizioni in provincia la scorsa mattina, su richiesta della procura di Massa Carrara: