0 Aservizio tgOtto tavoli tematici in cui la giunta regionale ha incontrato gli amministratori locali e i rappresentanti dell’associazionismo. Cultura, turismo, urbanistica, bilancio, ambiente. Ma sono stati i tavoli della sanità e quello della crisi economica a tenere banco, visto che all’ordine del giorno c’erano il caso asl 1 e la vertenza Eaton. Sulla asl 1 il presidente Rossi che ha incontrato i giornalisti solo a fine pomeriggio ha dichiarato di sentirsi parte lesa come regione e che a breve verrà nominato il nuovo direttore generale, impossibile dire quando ma  è tra le priorità

 E poi la notizia del giorno riguarda ancora la eaton. Rispunta global carbon, quel progetto che sembrava morto e che invece forse ha trovato un investitore. Rossi lo dice tra i denti e senza voler illudere nessuno, ma forse per il 5 novembre data dell’incontro in provincia con l’azienda si potrebbe riuscire a presentare un progetto serio e concreto.

 Infine ci sono le dichiarazioni generali sugli incontri della giunta: ufficiale la chiusura delle apt toscane, tutte nessuna esclusa; ufficiale anche la riduzione di tutte le aziende, società e cda che gravitano sul territorio regionale e che verranno portate a sei. Oggi sono circa un centinaio. Importante l’impegno della regione per la reindustrializzazione della fascia a mare quella interessata dal sin: una ferita aperta mai rimarginata ha detto rossi che garantisce la risoluzione entro fine mandato. E infine ufficiale anche la preoccupazione per l’ospedale unico di massa carrara. il più indietro di tutti ha detto rossi ma non a causa del commissariamento. Il problema è la bonifica dell’aria, trovata piena di idrocarburi vegetali.