130 mila metri quadrati di materiale lavorato, 42 piani da rivestire, 18 milioni di euro il valore complessivo, sono i numeri della maxicommessa che si è aggiudicato il gruppo Savema, con sede a Pietrasanta, per una fornitura di marmo per la realizzazione del palazzo della CBK, ovvero la banca commerciale del Kuwait. La fornitura, una delle più importanti degli ultimi anni, non riguarderà però il marmo di Carrara ma ben si una selezione di marmi provenienti da tutto il mondo: ci sarà infatti il moka cream, una pietra portoghese, il botticino bresciano, il granito sardo per i rivestimenti, e poi altri graniti e onici da altre parti del mondo. Il marmo di Carrara invece sarà protagonista nei prossimi giorni di una delle prime forniture di bianco statuario per il rivestimento del nuovo World Trade Center ovvero la nuova costruzione che sorgerà su Ground Zero a Manhanttan a New York, la dove sorgevano le torri gemelle.