Erano stati annunciati in conferenza stampa dalla polizia dopo l’arresto di un giovane spacciatore in una scuola superiore della città e puntualmente si sono visti fuori dagli ingressi di alcuni istituti superiori cittadini, stiamo parlando dei cani antidroga. Il tentativo di arginare il fenomeno dello spaccio di droga tra i ragazzi delle scuole superiori cittadine si è così concretizzato dalla settimana scorsa con l’utilizzo di cani in alcune scuole cittadine. Venerdì scorso per esempio è stato il turno del liceo psicopedagogico e delle scienze sociali di Marina di Carrara dove puntuali alle 8 si è presentata una pattuglia cinofila che ha controllato con discrezione i ragazzi mentre entravano nell’istituto. Il cane fortunatamente non ha rilevato nessuna sostanza stupefacente tra i ragazzi che però si sono detti sorpresi dalla presenza degli agenti. Il fenomeno della tossicodipendenza in città non è senz’altro a livelli di guardia così alta ma i recenti fatti di cronaca hanno portato la questura ha mettere in atto misure di controllo.