Sarebbe stato assolutamente inappropriato l’allarme che ha creato disagio alla scuola materna San Luca di Bonascola, ad affermarlo è il sindaco di Carrara. Al contrario, da giorni, i tecnici del Comune sarebbero già stati presenti, interdicendo l’uso di due locali, per problemi legati ad infiltrazioni causate delle precipitazioni dei giorni scorsi. Nella mattinata di ieri i Vigili del Fuoco chiamati dai genitori, avevano ritenuto inagibile l’immobile, sino all’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza.  Dal Comune si sarebbe effettuato ieri un primo sopralluogo, provvedendo a disconnettere l’impianto elettrico nelle due aule per maggiore sicurezza, seppur questo sia già dotato di un interruttore differenziale. I tecnici avrebbero poi proseguito il loro lavoro anche nella mattinata di oggi, mentre l’attività didattica poteva proseguire nelle restanti aule, redigendo inoltre un progetto di rifacimento della copertura, e per l’installazione di un impianto fotovoltaici. Incomprensibile quindi secondo Zubbani, che stamani alcuni genitori abbiano ritenuto di non fare entrare in classe i loro figli, nonostante le assicurazioni date alla Direzione Didattica. Evidente l’attenzione e le risorse investite, per una materia che sarebbe stata, al contrario facilmente strumentalizzabile da qualcuno, al fine di creare disinformazione e sfiducia nelle famiglie. Questo sostiene il primo cittadino, aggiungendo che altrettanta attenzione sarebbe stata dedicata, alle attività culturali, sulle quali le polemiche sarebbero rozze,  con accostamenti del tutto fuori luogo se non in mala fede. “L’Amministrazione Comunale”, chiude duro Zubbani, “si riserva la facoltà di verificare nelle sedi opportune l’origine della diffusione di notizie non veritiere circa l’agibilità della scuola, che hanno provocato allarmismi ingiustificati nei confronti delle famiglie e della cittadinanza”.