«Non ho mai annunciato la chiusura di punti nascita in Toscana e sono stupita da alcune dichiarazioni attribuitemi dalla Lega Nord regionale”. L’assessore regionale al diritto alla salute, Daniela Scaramuccia, smentisce  di voler chiudere una serie di punti nascita in Toscana, in particolare quelli che non raggiungono le 500 nascite in un anno, tra cui spicca su tutti il reparto di Pontremoli. “Il mio auspicio – prosegue l’assessore – è che queste riflessioni possano essere condotte con la necessaria serietà ed onestà intellettuale, evitando qualsiasi strumentalizzazione a danno dei cittadini». L’assessore ribadisce che l’unico interesse della regione è la tutela della partoriente e del nascituro.