“Appena verrà nominato il nuovo Ministro allo Sviluppo economico, mi farò ricevere e gli porrò le vertenze Eaton ed Nca, prima ancora di tutte le altre vertenze occupazionali della Toscana”. È stata questa la promessa di Enrico Letta vicesegretario nazionale del Pd, a Carrara per inaugurare Convivere. Profondo conoscitore della provincia apuana, che ha definito la più martoriata della Toscana e delle due vertenze che stanno riguardando circa 1500 lavoratori, Letta è stato coinvolto in un incontro con i sindacati e con le Rsu dall’Assessore e amico Paolo Baldini che, assieme alle altre istituzioni a lui vicine, non ha mai mancato un aggiornamento sui casi Eaton ed Nca: “Oggi tasto con mano la vostra crisi e il vostro dramma- ha detto Letta-; terremo alta l’attenzione sia a livello regionale che nazionale”. Su Nca Letta ha ribadito la necessità di pressare il Governo affinché rilanci Fincantieri e lo faccia rimanere un punto di riferimento. Su Eaton  ha aggiunto che, nella prossima legislatura, se gli italiani daranno fiducia al Pd, “si cercherà di mettere mano ad un grande “vuoto normativo” che riguarda i rapporti tra multinazionali e territorio italiano per essere capaci di accogliere  le multinazionali ma facendo patti che non ci lascino in braghe di tela”. Per entrambe le vertenze apuane Letta ha ribadito la necessaria presenza di un interlocutore serio  come solo un Ministro può e deve essere.