servizio completo alla pagina Telegiornale del 3.9.10

 

Una piccola torta, infondo era solo simbolica, una candela, cappellini colorati, festoni e due razzi per festeggiare il compleanno dei Rom, al parcheggio di Mirteto. Una provocazione del consigliere del PdL Stefano Benedetti che aveva annunciato nei giorni scorsi la sua intenzione ad arrivare fino in fondo alla questione dei rom al parcheggio pubblico. Così ha portato un tavolino e due sedie, dopo aver ricevuto l’ok del comune per l’occupazione di suolo pubblico, un paio di amici di supporto e la torta  su cui ha spento lui stesso la candela. Aveva invitato anche il Sindaco di Massa Roberto Pucci, Martina Nardi sua vice e l’assessore Gabriella Gabrielli per le politiche della famiglia, ma naturalmente non sono venuti alla festa. Le roulotte di questi Rom, arrivarono a Massa proprio un anno fa e stettero per diversi mesi nel parcheggio di Mirteto senza gas, luce e possibilità di servizi igienici. In effetti oggi le roulotte, oltre ad essere aumentate, se ne contano sei ieri nel parcheggio, hanno ricevuto anche il benestare dell’amministrazione: gli sono stati forniti i bagni chimici e hanno luce e corrente pagata dal comune. Come se non bastasse, poi, si sono un po’ allargati verso l’esterno, costruendo una vera e propria casetta, una baracca di legno in verità, che l’assessore Nardi non farebbe fatica dopo una sola occhiata a dichiarare “abuso edilizio”. Da qui la provocazione del consigliere Benedetti:

 Mentre Benedetti spegne la candela, numerosi abitanti abusivi del parcheggio, si affacciano dalle roulotte per vedere cosa sta succedendo; alcuni bambini vorrebbero venire a mangiare la torta ma le mamme glielo impediscono. Al parcheggio vivono circa 8 famiglie e ci sono molti minori. Il comune è chiamato a prendere una decisione sulle loro sorti, anche perchè tra poco ricominceranno le scuole.