Vacanze sicure al mare e in montagna. Come ogni estate, la Regione ha potenziato i servizi sanitari lungo la fascia costiera, attivando le guardie mediche in tutte le località di villeggiatura marina e montana, e allertando i pronto soccorso. Ma dalla Regione arriva anche un appello a cittadini e turisti a essere prudenti,  a evitare comportamenti che possono mettere a rischio la sicurezza e la vita, propria e altrui. Ecco i semplici consigli da seguire per chi è al mare: «Rispettare il mare e l’ambiente, seguire le indicazioni fornite dagli stabilimenti balneari, guardia costiera, capitaneria di porto. Evitare di gettarsi in acqua dopo una prolungata esposizione al sole o un pasto abbondante. Fare immersioni in apnea o con bombole solo se si è frequentato un corso specifico e segnalare la propria posizione con l’apposito pallone». Naturalmente, in caso di emergenza, l’invito è di chiamare il 118 o il 1530 della capitaneria di porto. Questi invece i consigli di Regione e CAI per chi vuole affrontare escursioni e scalate. Prima di partire: prepararsi fisicamente; equipaggiarsi bene e studiare l’itinerario; consultare il meteo; non andare mai da soli. Durante l’escursione: fare pause frequenti; in caso di temporale, non ripararsi mai sotto un albero e liberarsi di tutti gli oggetti di metallo.