Sono sempre di meno gli abitanti di Ameglia e degli altri centri della provincia della Spezia sfollati a causa dell’esondazione del fiume Magra. Sono stati chiusi i due centri di ricovero allestiti la vigilia di Natale per accogliere persone anziane e sole. Gradualmente, quanti avevano trovato ospitalità presso amici e parenti stanno rientrando nelle proprie abitazioni.

Nella giornata di domani, dovrebbe completarsi il rientro degli abitanti dei quartieri più colpiti, i borghi di Fiumaretta e Bocca di Magra in comune di Ameglia. Restano sfollati i settanta abitanti della frazione di Torrenco, in comune di Follo, le cui case sono state lesionate da una frana ancora in atto.

Per loro i tempi di rientro si profilano più lunghi: si dovrà stabilire per ogni casa lo stato di agibilità, e per quelle più vecchie è anche possibile che debbano essere abbattute, in quanto troppo lesionate. In questo caso, dovranno essere trovate soluzioni di tipo diverso: come l’eventuale ricostruzione in una zona più sicura del paese.

da il Secolo XIX