A Fivizzano sono impegnati Protezione civile, carabinieri, vigili del fuoco di Aulla e Livorno. Il 62enne visto per l’ultima volta da un allevatore di cavalli vicino al fiume Aulella

A cercarlo lungo l’areale del fiume Aulella e dei territori circostanti, c’è un’imponente task force costituita dalla Protezione Civile di Fivizzano, carabinieri, vigili del fuoco di Aulla e quelli di Livorno con un’unità cinofila che dispone di cani molecolari, volontari, cittadini, amici e conoscenti di Mauro Fabiani, il 62enne pensionato di cui dalla mattinata di giovedì scorso non c’è più traccia. Quasi fosse svanito nel nulla. Impegnata nelle sue ricerche c’è anche la squadra di cacciatori di Gassano, che conoscono proprio quei territori a menadito.

Nel tentativo di rintracciare Mauro Fabiani viene utilizzato anche un drone dalle grandi capacità, purtroppo finora di questo pensionato residente in località Pian di Là, nell’entroterra dopo il fiume fra la campagna di Gassano e quella del borgo di Gragnola – una vita lavorativa spesa come dipendente di una cartiera della Valle del Lucido – nessun avvistamento, nessuna traccia utile a testimoniarne la presenza, il passaggio.

Anche le telecamere di videosorveglianza collocate nella zona non hanno registrato alcun passaggio dello scomparso e nessun segnale proviene dal suo telefonino che, nel primo pomeriggio di giovedì scorso, era stato ’agganciato’ per l’ultima volta dalla cella della antenna di telefonia mobile presente a Cauliano.

Molto probabilmente, l’ultima persona ad averlo incontrato, averlo visto, sarebbe stato un signore di una città della costa che possiede alcuni cavalli, un piccolo allevamento nella zona adiacente il fiume Aulella. E questo sarebbe accaduto nella tarda mattinata di giovedì scorso, quando l’opinione pubblica non era stata ancora informata a livello generale della scomparsa del Fabiani.

“Stiamo battendo tutte le piste, ogni anfratto, ogni angolo del territorio – spiega Maurizio Pietrini, presidente della Protezione Civile Ser Fir Cb di Fivizzano – I nostri volontari e tutte le altre unità di ricerca impegnate stanno facendo un lavoro capillare, direi certosino, controllando palmo palmo l’area affidata. Purtroppo però, fino a questo momento, non abbiamo trovato alcuna traccia, nessun indizio utile che ci possa portare a trovare Mauro Fabiani”.

da La Nazione – 14.04.24