Il Circolo Carrarese Amici della Lirica “A. Mercuriali”, nel 50° anniversario della sua attività, organizza un importante concerto lirico presso la splendida Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, domenica 7 aprile alle ore 18,00.

Come consueto, la volontà degli organizzatori è quella di offrire spettacoli di alto livello artistico tenendo alta l’attenzione a valorizzare anche giovani talenti di valore. In quest’ottica protagoniste del concerto saranno tre splendide voci emergenti, ma già affermate e presenti nei cartelloni di importanti teatri italiani ed internazionali distinguendosi per l’importanza di voci dotate e particolarmente adatte al repertorio drammatico del tardo ottocento, di Verdi, di Puccini e del verismo.

Un gradito ritorno è quello del soprano guatemalteco Ana Isabel Lazo, da anni naturalizzata italiana, che,  dopo aver vinto il secondo premio della prima edizione del nostro concorso “Marmo all’Opera!”, ha visto aprirsi la carriera affrontando i ruoli più drammatici della corda sopranile. Nata in Guatemala, ha iniziato i suoi studi a soli 17 anni, perfezionandosi poi presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma. Nel corso dei suoi studi ha partecipato in diverse masterclasses: con Rolando Panerai, Aprile Millo, Raina Kavaivanska, Katia Ricciarelli, Fiorenza Cedolins e Giovanna Casolla. Vanta un vastissimo repertorio che spazia da Mozart a Verdi, da Puccini a Mascagni e Leoncavallo.

Il tenore Denys Pivnitsky, di origine ucraina ma, anch’egli in Italia da anni, è una voce di tenore lirico spinto che trova in Puccini, nel verismo e in Verdi il suo terreno d’elezione per potenza vocale, squillo e colore brunito della voce. Nato a Kharkiv in Ucraina, comincia i suoi studi musicali al Conservatorio di Mosca. Nel 2011 si trasferisce in Italia dove continua il suo percorso artistico all’ Accademia musicale Claudio Abbado di Milano e dove debutta nel ruolo di Pinkerton in Madama Butterfly. Il suo repertorio sia allarga abbracciando il teatro di Verdi (La Traviata, Il Trovatore, Ernani, Aida.. ) e i più impegnativi titoli pucciniani (Tosca, La Bohème, Le Villi) e del verismo (Pagliacci, Cavalleria Rusticana, Iris, Gloria) nei maggiori teatri italiani ed internazionali come Parigi, Praga, Lione, Copenhagen, Anversa, Bregenz… Partecipò nel 2018 ad uno dei primi concerti del Festival “Marmo all’Opera” a Carrara dove, giovanissimo, si distinse per le sue doti vocali e di presenza scenica.

Per la prima volta a Carrara Daria Cherniy. Nata nel 1993, nel 2015 è stata allieva dell’Accademia dell’Opera di Montecarlo e l’anno successivo si è laureata al Conservatorio Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo. Finalista e vincitrice di vari concorsi internazionali, dal 2017 al 2019 ha fatto parte dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano dove ha cantato in Ernani e in Rigoletto di Verdi, Die tote Stadt di Korngold, in Gianni Schicchi di Puccini.

Nell’ottobre 2019 ha debuttato al Festival Verdi nel ruolo di Amneris in Aida al Teatro Regio di Parma. Voce sfarzosa di autentico mezzosoprano drammatico, estesa, calda e piena in tutti i registri, si adatta perfettamente ai grandi ruoli verdiani e del tardo ottocento, come pure al repertorio russo e francese.

Accompagna questo terzetto di voci importanti l’esperto Cesare Goretta, protagonista di tanti concerti di successo in città e specialista nell’accompagnamento di voci liriche otrechè abile compositore di parafrasi dei maggiori capolavori d’opera.

I biglietti possono essere prenotati presso i consueti canali del Circolo Carrarese Amici della Lirica e all’indirizzo mail circoloamicilirica@gmail.com . Posto unico numerato € 20,00.

Lascia un commento