Venerdì 1 marzo, il Polo Progressista ha organizzato un incontro pubblico partecipativo, un momento di dialogo e riflessione che ha sostituito quello che normalmente sarebbe dovuto essere un’iniziativa dell’amministrazione comunale. Questo evento ha messo al centro le preoccupazioni e le aspettative dei cittadini riguardo al progetto di trasformazione in via Benedetto Croce.


Durante l’incontro, molti residenti hanno espresso frustrazione e sorpresa nello scoprire improvvisamente la presenza di un cantiere sotto le loro finestre, una trasformazione inaspettata che ha comportato la perdita di parcheggi essenziali senza previa comunicazione o coinvolgimento.
La questione chiave sollevata riguarda la vera essenza del progetto di via Benedetto Croce: è ispirato da un’autentica volontà di migliorare la qualità urbana e la vivibilità della città o è semplicemente il frutto di un’opportunistica caccia ai finanziamenti?


È importante chiedersi se le trasformazioni in corso rispondano a un disegno ben ponderato, volto a realizzare una città più sicura, accessibile e sostenibile, o se siano dettate da mere logiche di convenienza economica, prive di una visione strategica e coordinata dell’intero territorio
Il Polo Progressista, con il supporto attivo della Consigliera Daniela Bennati, ha aperto uno spazio di confronto, offrendo ai cittadini l’opportunità di essere informati, di esprimere le proprie opinioni e di contribuire attivamente alla definizione del futuro del proprio quartiere.

L’incontro si è rivelato un’occasione fondamentale per ascoltare le voci della comunità e per assicurare che le loro preoccupazioni e proposte vengano portate direttamente all’attenzione dell’amministrazione comunale.


Ci impegniamo a fare da portavoce delle legittime perplessità e delle domande sollevate dai partecipanti, insistendo affinché la pubblica amministrazione adotti un approccio più inclusivo, trasparente e partecipativo nei futuri progetti di trasformazione urbana. È essenziale che ogni intervento pubblico sia preceduto da una comunicazione efficace e da un coinvolgimento attivo dei cittadini, garantendo che le modifiche all’ambiente urbano siano realmente in linea con le esigenze e le aspettative della comunità.


Il Polo Progressista continuerà a monitorare da vicino lo sviluppo del progetto, assicurandosi che le voci dei cittadini non solo siano ascoltate, ma diventino un punto di riferimento essenziale per le decisioni che modelleranno il futuro della nostra città