Con i sorteggi che hanno stabilito la successione delle esibizioni per la festa della Canzonetta, si è messa ufficialmente in moto tutta la “macchina” del Carnevale Pietrasantino, edizione 2024. Un appuntamento, organizzato sabato mattina dall’ufficio tradizioni popolari di Pietrasanta presso la sede comunale di via Martiri di Sant’Anna, al quale hanno presenziato tutte le dieci contrade protagoniste della manifestazione cittadina che scatterà il 25 gennaio, proprio con la “disfida” canora e dialettale al teatro comunale “Galeotti”.

“Un grande in bocca al lupo ai presidenti e ai contradaioli – ha dichiarato l’assessore alle tradizioni popolari, Andrea Cosci – e un ringraziamento perché, anche quest’anno, stanno preparando uno spettacolo memorabile. Invito i nostri concittadini a raggiungerci a teatro per le quattro serate della Canzonetta e, da febbraio, lungo il circuito del Carnevale: proprio per sostenere la partecipazione della comunità e, nello stesso tempo, dare un segnale in controtendenza rispetto agli aumenti che toccano anche i beni di uso più comune, ad agosto abbiamo deliberato una riduzione sul prezzo dei biglietti, perché queste giornate siano davvero una festa inclusiva”.

Biglietti che saranno in vendita dal 18 gennaio 2024 solo al teatro comunale “Galeotti”: 5 euro l’ingresso al circuito carnevalesco, con esenzione per under 10 e over 70; per la Canzonetta, 10 euro in platea (12 nel giorno della finale) e 8 per sedersi in galleria (10 nella serata conclusiva).

Tornando al sorteggio, la fatidica estrazione gestita dalla funzionaria Maria Paola Civili, con Nicola Di Clemente e Guido Moriconi, è partita dall’esecuzione delle canzoni: per la prima serata (giovedì 25 gennaio, alle 21) La Collina, Marina, Strettoia, Antichi Feudi, Pontestrada, La Lanterna, Pollino-Traversagna, Brancagliana, Il Tiglio/La Beca e Africa-Macelli; la sera successiva (venerdì 26, sempre alle 21) aprirà la contrada Pollino-Traversagna, seguita da Pontestrada, La Collina, Brancagliana, Il Tiglio/La Beca, Antichi Feudi, Strettoia, Marina, Africa-Macelli e La Lanterna; nella terza serata (sabato 27, ancora alle 21) Pontestrada, Africa-Macelli, La Collina, Brancagliana, Antichi Feudi, Strettoia, Il Tiglio/La Beca, La Lanterna, Pollino-Traversagna e Marina; domenica 28 dalle 16, infine, si esibiranno Antichi Feudi, Pontestrada, Strettoia, Marina, Africa-Macelli, Pollino-Traversagna, La Lanterna, La Collina, Il Tiglio/La Beca e Brancagliana.

Nelle stesse quattro serate, le contrade proporranno anche le loro rappresentazioni di teatro dialettale: giovedì 25 toccherà ad Africa-Macelli, Marina e Pollino-Traversagna; venerdì 26 saliranno sul palco Strettoia, Antichi Feudi, Brancagliana e Il Tiglio/La Beca; sabato 27 La Collina, Pontestrada e La Lanterna. L’ordine di rappresentazione delle quattro scenette finaliste, per domenica 28, sarà determinato in base all’ordine di estrazione della prima fase.

Era stato effettuato a settembre, invece, il sorteggio per l’ordine di uscita delle mascherate durante i tre corsi di Carnevale in programma l’11, il 18 e 25 febbraio (riserva domenica 3 marzo): Brancagliana, La Lanterna, Strettoia, La Collina, Pollino-Traversagna, Pontestrada, Antichi Feudi, Africa-Macelli, Il Tiglio/La Beca e Marina.

Dall’edizione 2023 del Carnevale Pietrasantino le contrade da battere sono La Collina (detentrice dello “Sprocco”), Brancagliana (che vinse il “Frido Graziani” e la “Scartocciata”) e Strettoia (premiata come miglior mascherata).