ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

martedì, 23 giugno, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/06/23/con-vivere-2020-si-fara-i-relatori-confermano-la-presenza-si-parlera-di-diritti-al-lavoro-per-rispettare-le-norme-di-sicurezza/

Mediavideo Antenna3

Con-vivere 2020 si farà I relatori confermano la presenza. Si parlerà di “Diritti”. Al lavoro per rispettare le norme di sicurezza.

di  Redazione web

L’edizione numero XV di con-vivere, il festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara si farà: si sta lavorando a un programma nuovo, che si adatti a ogni prescrizione, in sicurezza e con alcune novità. Gli ospiti hanno confermato la loro presenza e il territorio, il comitato per il Festival in primis, ha rinnovato il suo sostegno all’evento che ormai è diventato un appuntamento fisso della seconda settimana di settembre, da quindici anni a questa parte.

“Non è stata una decisione facile – fa sapere Enrico Isoppi Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara – perché le stringenti norme sulla sicurezza richiederanno uno sforzo organizzativo importante e dovremo modificare e limitare tanti aspetti adattandoli al particolare momento epidemiologico. Tuttavia, ci è sembrato giusto mantenere in piedi un appuntamento che la città aspetta e che saluta sempre con grande entusiasmo e partecipazione. Diamo così un nostro piccolo contributo a ripartire. Del resto, abbiamo fatto verifiche e ci siamo confrontati con gli operatori commerciali, culturali e gli enti del territorio, che ci hanno ribadito la loro completa disponibilità e anzi hanno salutato l’evento come un segnale di ottimismo per la ripartenza”.

Gli organizzatori sono al lavoro per calibrare l’evento in base alle prescrizioni anti contagio, valutando la prenotazione delle presenze e il controllo dell’afflusso di pubblico. Sarà un “work in progress” e la progettazione sarà definita sulla base dell’andamento della curva epidemiologiche. “Ma – precisa la direttrice del Festival Emanuela Mazzi – quello che è certo, è che le pur necessarie modifiche nell’organizzazione non intaccheranno il cuore della manifestazione: la partecipazione e il dialogo sui saperi che riguardano il nostro vivere assieme”.

Il format sarà lo stesso degli anni scorsi: quattro giorni, dalle 17 alle 24,00, da giovedì 10 a domenica 13 settembre, per approfondire il tema scelto per l’edizione di quest’anno: “Diritti”, con la supervisione scientifica della sociologa Chiara Saraceno. Titolo definito prima dello scoppio del covid-19, ma che la pandemia ha reso, per certi aspetti purtroppo in negativo, di un’attualità ancora più forte e urgente.

In questo senso, pur con le novità dell’edizione 2020, il Festival rimarrà un momento di approfondimento aperto e plurale e un’occasione di circolazione di idee e approfondimenti.

E anche un’opportunità per vivere la città e, quest’anno, per riscoprirla dopo il lockdown.

A breve il programma e i dettagli.

 

ore: 11:33 | 

comments powered by Disqus