ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

venerdì, 15 maggio, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/05/15/gaia-situazione-degli-impianti-di-depurazione-sulla-costa-apuana-e-prossimi-investimenti/

Mediavideo Antenna3

GAIA: situazione degli impianti di depurazione sulla costa apuana e prossimi investimenti

di  redazione web

Diverse e svariate possono essere le cause che hanno determinato i temporanei divieti di balneazione che hanno interessato alcuni punti della costa apuana.

Tanto è vero che non tutti i punti, per posizionamento, sono collegabili all’attività dei depuratori gestiti da GAIA. Da una ricognizione interna da parte degli uffici tecnici del Gestore idrico- operata nel comune intento di preservare e tutelare l’ambiente circostante- sugli impianti nell’area interessata dell’ordinanza, emerge che questi hanno sempre mantenuto la corretta funzionalità. I campionamenti effettuati da ARPAT sono stati effettuati temporalmente a ridosso di un evento piovoso, pertanto i tecnici del Gestore si sono adoperati per analizzare ed osservare tutti gli scarichi dei depuratori, per determinare se questi possano aver influito sulla presenza di valori anomali nei corsi d’acqua circostanti.

Si può escludere qualsiasi influenza sui divieti di balneazione nella zona di Ricortola e Ronchi Ponente, dove non ci sono scaricatori a monte del punto di campionamento, ma anche nel Comune di Montignoso, punti di campionamento Cinquale Est e Cinquale Ovest, dove il vicino depuratore di Querceta non è mai andato in by-pass per tutto il mese di maggio.

La ricognizione da parte di GAIA ha riscontrato che che nel Comune di Carrara, punto di Marina di Carrara Confine, il depuratore di Fossa Maestra ha attivato il by-pass per le forti piogge il 12 maggio, ma gli esigui quantitativi di scarico rendono scarsamente probabile una influenza decisiva del depuratore sulla non conformità rilevata.

Nel Comune di Massa, per quello che riguarda il punto di campionamento Campeggi Ovest, è stato verificato che nei giorni 11 e 12 maggio i depuratori Lavello 1 e Lavello 2 sono entrati in bypass per le intense precipitazioni, pur osservando che la foce del fosso Lavello ricade all’interno di un’area non balneabile del porto di Marina di Carrara.

Si ricorda che il bypass negli impianti di depurazione è un sistema comunemente utilizzato, che si attiva solo a seguito di precipitazioni di forte intensità, quando negli impianti affluisce un quantitativo d’acqua straordinaria e in eccesso. L’acqua che transita per il bypass riceve una grigliatura e normalmente una veloce disinfezione che ne abbatte la carica batterica in maniera parziale. Erano già in programma per GAIA S.p.A una serie di interventi, parte dei quali potranno partire nella prossima settimana, dopo un periodo di sospensione dei lavori a causa dell’emergenza Covid-19, per migliorare questi sistemi. Il primo intervento di durata di circa due mesi, realizzerà su Lavello 2 lavori per circa 100 mila euro e attiverà un circuito idraulico parzialmente rivisto, con una maggiore possibilità di accumulo delle acque in eccesso e l’ottimizzazione dei processi di disinfezione dell’impianto. Stessa logica seguirà un intervento simile su Lavello 1, attualmente in fase di progettazione.

Il depuratore Lavello 1, lavora ormai da un anno nella nuova configurazione potenziata, essendosi conclusi a maggio 2019 i lavori di ristrutturazione più significativi previsti sull’impianto, un investimento di oltre 3 milioni di euro comprensivo di tutte le opere di mitigazione ambientale che hanno migliorato il funzionamento complessivo del depuratore.

Accanto alle opere di potenziamento dell’impianto è importante precisare che è sempre stato prioritario per GAIA realizzare le opere necessarie per la riduzione degli odori, anche in risposta alle richieste dei residenti nelle zone limitrofe. La copertura delle vasche di sedimentazione primaria è stata conclusa nei mesi scorsi, adesso GAIA è in attesa dell’autorizzazione necessaria per poter procedere anche alle successive coperture, che riguardano la costruzione delle strutture per il confinamento delle parti di impianto destinate allo stoccaggio dei fanghi, del vaglio e delle sabbie e dei relativi filtri per la purificazione dell’aria estratta. Per realizzare queste coperture è necessario il titolo edilizio, il cui rilascio è previsto in occasione della Conferenza dei servizi, in programma per fine maggio 2020. Queste ultime coperture sono fondamentali ai fini del contenimento degli odori e GAIA è pronta a realizzarle entro 4 mesi dal ricevimento delle autorizzazioni. Nell’impianto, che ha ricevuto l’AUA definitiva, è stata recentemente installata anche una nuova centrifuga ad alto rendimento per la disidratazione dei fanghi.

ore: 15:33 | 

comments powered by Disqus