ore:  15:42 | Codice giallo per vento e neve esteso fino a domani, venerdì 27 marzo

ore:  17:26 | Codice giallo fino a tutto domani, giovedì 26 marzo per neve e vento forte

ore:  14:23 | Codice giallo su tutta la Toscana martedì 24 e mercoledì 25 marzo per vento, ghiaccio e neve

ore:  15:02 | Codice giallo, martedì 24, per neve a bassa quota, rischio ghiaccio e ancora vento

ore:  15:05 | Maltempo, codice giallo per vento su tutta la Toscana dal pomeriggio di oggi, domenica

giovedì, 7 maggio, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/05/07/test-sierologici-come-mai-in-lunigiana-non-si-fanno-i-tamponi-drive-through/

Mediavideo Antenna3

Test Sierologici – Come mai in Lunigiana non si fanno i tamponi ‘drive through’?

Neppure in tempi di coronavirus la Regione e l’Azienda sanitaria Nord Ovest riescono ad evitare di penalizzare i cittadini della Lunigiana. Ormai da qualche settimana sono infatti partiti nella nostra regione i test sierologici per determinate categorie di persone e proprio ieri nell’ultima ordinanza del Presidente Rossi la platea degli aventi possibilità (a carico del servizio nazionale o a pagamento) è stata ulteriormente allargata. La procedura prevede che i test vengano eseguiti presso i laboratori convenzionati e che a seguito di esito positivo o dubbio si proceda, per l’esame di valenza diagnostica, alla effettuazione del test molecolare (tampone nasofaringeo). Il cittadino è in tal senso invitato a telefonare al numero verde unico regionale per essere indirizzato alla sede più vicina dove effettuare appunto il tampone nasofaringeo, con la garanzia dell’esito del test molecolare entro 24 ore dall’effettuazione, al fine di poter adottare con massima celerità le misure di prevenzione e di trattamento necessarie per la salute dell’individuo e della collettività. Il problema però è che in Lunigiana – a differenza del resto della Toscana ove sono dislocati diverse decine di punti operativi – né prima che partissero i sierologici né dopo che sono partiti è ancora possibile usufruire di accessi mobili o gazebo in cui siano eseguiti i cosiddetti tamponi ‘drive through’… Eppure, già il 30 marzo sul sito dell’Asl si leggeva che l’attività era in fase di programmazione e sarebbe stata quindi avviata entro breve anche in Lunigiana! Insomma, evidentemente le nostre autorità regionali ed aziendali hanno poi deciso di lasciarci per ultimi e nel frattempo di indirizzarci a Carrara (ovviamente a nostre spese), memori probabilmente del fatto che siamo già normalmente abituati a fare almeno 50 km per usufruire di molti servizi sanitari che invece ci dovrebbero essere garantiti a casa nostra. Non è il caso di rimediare immediatamente?

Jacopo Ferri – coordinamento di Pontremoli Forza Italia

ore: 20:09 | 

comments powered by Disqus