ore:  15:42 | Codice giallo per vento e neve esteso fino a domani, venerdì 27 marzo

ore:  17:26 | Codice giallo fino a tutto domani, giovedì 26 marzo per neve e vento forte

ore:  14:23 | Codice giallo su tutta la Toscana martedì 24 e mercoledì 25 marzo per vento, ghiaccio e neve

ore:  15:02 | Codice giallo, martedì 24, per neve a bassa quota, rischio ghiaccio e ancora vento

ore:  15:05 | Maltempo, codice giallo per vento su tutta la Toscana dal pomeriggio di oggi, domenica

domenica, 5 aprile, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/04/05/baker-hughes-nuovo-pignone-interviene-sulla-lettera-inviata-dai-lavoratori-preoccupati-per-una-riapertura-del-sito-di-marina-di-carrara/

Mediavideo Antenna3

Baker Hughes (Nuovo Pignone) interviene sulla lettera inviata dai lavoratori preoccupati per una riapertura del sito di Marina di Carrara

di  Redazione web

In merito alla lettera pervenuta agli organi di stampa che sarebbe firmata a nome dei lavoratori Nuovo Pignone dello stabilimento di Massa e del cantiere di Avenza e delle ditte dell’indotto, Baker Hughes intende chiarire quanto segue:

 

  • Sin dalle prime notizie di diffusione del Nuovo Coronavirus in Italia, Baker Hughes ha adottato in modo proattivo una serie di misure per proteggere i propri dipendenti e ridurre al minimo qualsiasi impatto sulle operazioni, con l’obiettivo di mitigare il rischio nei suoi impianti, garantendo al contempo che le proprie operazioni continuino a servire i clienti di tutto il mondo, impegnati nel trasporto e nella produzione delle risorse energetiche. Sono state introdotte restrizioni per tutti i viaggi non essenziali, misure per rispettare la distanza di sicurezza e limitare gli assembramenti nel luogo di lavoro, incluso l’uso esteso del remote working ove possibile, e ulteriori azioni come l’intensificazione delle attività di pulizia e sanificazione ordinarie e straordinarie, in linea con le indicazioni del Governo.
  • L’azienda ha ottenuto, in data 25 marzo 2020, un decreto prefettizio che autorizza il proseguimento di tutte le attività dei siti di Massa e Avenza in forza del DPCM 22 marzo 2020, articolo 1, comma 1, lettera D e H.
  • Tutte le procedure di sicurezza, così come il piano per le riaperture (tra l’altro parziali su massa e Avenza che porteranno al 50% della forza lavoro nelle due sedi) sono state discusse e concordate con i rappresentanti sindacali e RSU di tutti gli stabilimenti.
  • Le RSU sono i rappresentanti e la voce dei lavoratori e non risultano all’azienda che siano state segnalate situazioni o criticità in linea con quanto riportato invece nella lettera. All’interno dell’azienda, esiste un “Comitato per la salute negli ambienti di lavoro – COVID-19” in cui azienda, RSU e RLS condividono e concordano modalità operative per ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori al rischio. Sono previsti incontri ricorrenti ogni settimana, proprio per fare costantemente il punto della situazione in ogni stabilimento.
  • Le procedure di sicurezza di Baker Hughes sono state prontamente condivise con le ASL ove è stato richiesto e l’azienda ha implementato proattivamente le misure di isolamento cautelativo quando si sono verificati casi sospetti o di contagio nei propri siti.
  • L’azienda continua ad operare nel pieno rispetto di tutte le normative e dei protocolli vigenti ed è in qualsiasi momento a disposizione delle autorità competenti per le verifiche che esse riterranno opportune.

 

La salute e la sicurezza di dipendenti, collaboratori, clienti e tutte le parti interessate è una priorità assoluta per Baker Hughes. Riteniamo particolarmente grave che una lettera di fatto anonima e non controfirmata dai supposti lavoratori venga considerata espressione di un’intera popolazione. Si invitano quindi gli organi di stampa che l’hanno ricevuta a fare le opportune verifiche sulle informazioni e qualifica delle fonti prima di pubblicare contenuti del genere, on d’evitare che vengano diffuse ricostruzioni del tutto fuorvianti, lesive dell’azienda e soprattutto lontane dalla realtà.

ore: 13:03 | 

comments powered by Disqus