ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

venerdì, 3 aprile, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/04/03/il-consiglio-provinciale-dei-consulenti-del-lavoro-di-massa-carrara-esprime-tutta-la-sua-preoccupazione-riguardo-agli-esiti-delle-richieste-degli-ammortizzatori-sociali-collegati-alla-emergenza-covid/

Mediavideo Antenna3

Il Consiglio provinciale dei Consulenti del lavoro di Massa Carrara esprime tutta la sua preoccupazione riguardo agli esiti delle richieste degli ammortizzatori sociali collegati alla emergenza COVID-19

di  Redazione web

Il Consiglio provinciale dei Consulenti del lavoro di Massa Carrara esprime tutta la sua preoccupazione riguardo agli esiti delle richieste degli ammortizzatori sociali collegati alla emergenza COVID-19 che, a causa di procedure inadeguate, rischiano di veder dilatati oltre misura i tempi tecnici necessari all’erogazione ai lavoratori.

La Presidente del Consiglio provinciale, Dottoressa Annalisa Luchini, dichiara:” Da subito la nostra Categoria ha denunciato l’impossibilità che le provvidenze messe in campo dal Governo a favore dei lavoratori potessero essere erogate nei tempi previsti dal Premier Conte (15 aprile n.d.r.).

La nostra Fondazione Studi analizzando, i vari passaggi propedeutici alla presentazione delle domande di Cassa integrazione ordinaria -CIGO- (comunicazione, consultazione e accordo sindacale ) i tempi di protocollazione, istruzione, emissione dell’autorizzazione e di comunicazione da parte dell’INPS ai datori di lavoro che a quel punto devono predispone i modelli SR41, da trasmettere telematicamente all’Inps perché provveda ad emettere bonifici di pagamento diretto ai lavoratori, ha stimato in 60 giorni il tempo tecnico medio necessario.

Perciò tenendo conto che l’attesa circolare INPS è stata pubblicata sabato 28 Marzo, le nostre previsioni andavano fin da subito ben oltre il 15 Aprile.

Tuttavia mai ci saremmo aspettati due interi giorni di blocco quasi totale del sito INPS e una situazione che rischia di non migliorare affatto nei prossimi giorni a causa dell’accesso contemporaneo di migliaia di utenti. Non sono tuttavia solo questi i problemi, ma il fatto che ci sono una pluralità di ammortizzatori diversi, ognuno con proprie regole, per non parlare della Cassa integrazione in deroga, cioè il salvagente per tutti quei lavoratori occupati in settori non supportati dalla Cassa integrazione ordinaria, la cui procedura viene decisa dalle Regioni con la conseguenza che ci sono 21 regolamentazioni diversi che stabiliscono tempi, procedure e modalità diverse per il pagamento del sussidio e la procedura messa a punto dalla Regione Toscana, rispetto ad altre è decisamente farraginosa, piena di complicazioni inutili in situazioni di emergenza come questa, in una parola, senza entrare in specificazioni tecniche, inadeguata ad un veloce e corretto invio delle pratiche.

Invitiamo lavoratori, datori di lavoro, rappresentanti sindacali, rappresentanti delle istituzioni e la comunità tutta all’appuntamento, di lunedì 06/04/2020 alle ore 16:00, su Facebook organizzato dalla nostra Fondazione Studi per fare il punto della situazione con oggettività. Per chi non possiede Facebook potrà ricevere informazioni dal portale del Consulenti del Lavoro”

Sul punto interviene anche il Segretario del Consiglio provinciale, Dottor Luca Cimino:” Non è frequente per me trovare il tempo per ripensare alla mia scelta professionale di diventare un Consulente del Lavoro ma, oggi più che mai, mi viene spontaneo ripensare a quei momenti, che scorrono inevitabilmente davanti ai miei occhi, proprio mentre per l’ennesima volta vengo “scaraventato” fuori dal portale dell’Inps o mi confronto con le enormi contraddizioni di un portale, come quello della Regione Toscana, “aggiornato” a soli 10 anni fa (…non puoi delegare i collaboratori di studio, non puoi operare con conto di un tuo cliente perché collegato ad un altro professionista che, guarda caso, sei tu con qualche anno in meno e qualche capello di più).

E’ proprio in quei momenti che ricordi di aver frequentato in modo appassionato certi Istituti, dove vi era anche la possibilità di un confronto professionale e dove, spesso, sentivi dirti: ragazzo hai le carte in mano per diventare un ottimo CDL. Non che la passione verso la mia professione ed il mio ruolo sia svanita però oggi, di fronte a questo stress test che il COVID-19 impone a tutti, dal bambino al Presidente della Repubblica, mi rendo conto che ognuno è posto innanzi alle proprie difficoltà e paure; la partita in corso al momento vede il seguente risultato: Sistema Italia (fatto di burocrazia e contraddizioni) 1 – CDL 0.

Sono certo che a fine partita il risultato sarà ribaltato perché credo nelle nostre qualità e nel nostro impegno che, non verrà mai meno, in quanto, a differenza delle Istituzioni, riconosciamo il ruolo cruciale che rivestiamo in questa società e lo viviamo con grande responsabilità. Non siamo impegnati nel salvare le vite delle persone, e a questi “eroi” mando il mio più sentito ringraziamento ed un grosso abbraccio, ma siamo impegnati nel salvare le “vite” delle aziende. Le nostre mascherine sono le tastiere dei pc che non smettono mai di lavorare, giorno e notte, sabati e domeniche compresi. Alzi la testa dopo tre settimane di lavoro intenso, a cui sottoponi te stesso e tutti i tuoi collaboratori, e ti domandi: cosa ho concluso? Ho prodotta tanta carta ma le domande di cassa integrazione ancora non le posso presentare. Ed allora come fanno a sostenere che il 15 aprile ci saranno i soldi per tutti? E’ il problema di voler gestire una situazione straordinaria con strumenti ordinari.

Chiunque possiede una partita IVA è invitato a collegarsi lunedì 06/04/2020 alle ore 16:00 alla diretta sulla pagina facebook (o sul portale) dei Consulenti del Lavoro poiché, a questa domanda così come a tante altre, troverà risposte date da chi il lavoro lo vede in modo obiettivo, professionale e senza secondi fini. Per chi non possiede un account Facebook sarà messo in condizione di seguire la diretta tramite un link pubblicizzato sul portale www.consulentidellavoro.it o potrà chiedere informazioni al suo Consulente del Lavoro di fiducia”.

 

ore: 10:50 | 

comments powered by Disqus