ore:  12:04 | allerta colore giallo per rischio idrogeologico e temporali forti dalle ore 06.00 Venerdì, 24 Luglio 2020 alle ore 20.00 Venerdì, 24 Luglio 2020

ore:  12:58 | Codice giallo per rischio idrogeologico-idraulico e temporali forti fino alle ore 20 di oggi domenica 21 giugno su tutto il territorio toscano

ore:  16:12 | Rete oncologica regionale, approvate le nuove Linee di indirizzo

ore:  13:18 | emessa allerta colore giallo per rischio idregeologico e temporali forti a partire dalle ore dalle ore 13.00 alle ore 18.00 di Giovedì, 11 Giugno 2020

ore:  13:30 | Emessa allerta colore Arancio per rischio idreogeologico e temporali forti a partire dalle ore 00.00 di giovedi 11 giugno alle ore 13.00 di giovedi 11 giugno 2020

sabato, 28 marzo, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/03/28/coronavirus-la-raccolta-fondi-della-fondazione-marmo-supera-1-milione-di-euro-un-segnale-di-quanto-tutta-la-nostra-comunita-sia-vicina-a-chi-sta-lottando-contro-covid-19/

Mediavideo Antenna3

Coronavirus, la raccolta fondi della Fondazione Marmo supera 1 milione di euro “Un segnale di quanto tutta la nostra comunità sia vicina a chi sta lottando contro Covid 19”

di  Redazione web

Oltre 1 milione di euro. E’ quanto ha messo insieme in pochi giorni, meno di una settimana, la campagna straordinaria lanciata dalla Fondazione Marmo Onlus per aiutare gli ospedali, a cominciare dal Nuovo Ospedale Apuano, e le associazioni del Terzo Settore che sono in prima fila nella battaglia contro il Coronavirus.

Una campagna promossa soprattutto attraverso il passa-parola fra imprenditori e cittadini e sui social (dopo la pagina Facebook, la Fondazione Marmo ha aperto anche una pagina Instagram per far sensibilizzare l’opinione pubblica interessata a dare una mano) che ha riscontrato subito tantissime adesioni. “Ovviamente – dicono dalla Fondazione Marmo – sul nostro conto corrente sono arrivate anche cifre importanti e ingenti da parte di alcune imprese, ma quello che sta caratterizzando questa raccolta fondi è la sua trasversalità. Perché arrivano bonifici non solo dalle imprese legate al mondo del marmo, ma anche da aziende e imprenditori di Carrara e della nostra provincia di altri settori, dall’edilizia alla meccanica,al commercio al turismo, da tanti liberi professionisti e anche da tantissimi singoli cittadini.” Risorse che fin qui hanno permesso alla Fondazione Marmo sia di rispondere a esigenze immediate degli ospedali e dell’associazionismo come ad es mascherine, magliette e tute anti-contaminazione, ventilatori sia di predisporre acquisti di macchinari come l’ecografo per il NOA che è stato consegnato giovedì al dottor Baratta o come le due ambulanze appositamente attrezzate per trasportare i malati di Covid 19 che sono in consegna alla Pubblica Assistenza di Carrara.

“Sicuramente queste donazioni sono una prova di fiducia importante per la nostra Onlus che è nata solo un paio d’anni fa – commentano alla Fondazione Marmo – ma soprattutto sono la dimostrazione tangibile di quanto la nostra comunità in tutte le sue componenti voglia stare a fianco in maniera molto concreta con chi ogni giorno negli ospedali e nelle associazioni lotta per salvare le vite di tanti nostri concittadini e per sconfiggere Covid – 19”. “In questi giorni- concludono dalla Fondazione – stiamo ricevendo, sia sui sociale che privatamente, tante attestazioni di stima e di ringraziamento da coloro a cui stiamo dando una mano: medici, infermieri, direttori di ospedali, volontari, forze di polizia. Noi vorremmo cogliere questa occasione invece per ringraziare pubblicamente tutti loro perché stanno facendo un lavoro eccezionale e difficile. Stanno combattendo una guerra in prima linea e mai come questa volta la loro vittoria sarà la vittoria di tutti noi”.

(Chi volesse contribuire può farlo versando direttamente sul conto corrente IT61R0306909606100000172060 – Intesa Sanpaolo – Emergenza Covid-19. Tutte le informazioni si trovano anche nelle pagine Facebook www.facebook.com/fondazionemarmo e Instagram della Fondazione Marmo per promuovere l’iniziativa)

ore: 14:44 | 

comments powered by Disqus