ore:  12:58 | Codice giallo per rischio idrogeologico-idraulico e temporali forti fino alle ore 20 di oggi domenica 21 giugno su tutto il territorio toscano

ore:  16:12 | Rete oncologica regionale, approvate le nuove Linee di indirizzo

ore:  13:18 | emessa allerta colore giallo per rischio idregeologico e temporali forti a partire dalle ore dalle ore 13.00 alle ore 18.00 di Giovedì, 11 Giugno 2020

ore:  13:30 | Emessa allerta colore Arancio per rischio idreogeologico e temporali forti a partire dalle ore 00.00 di giovedi 11 giugno alle ore 13.00 di giovedi 11 giugno 2020

ore:  15:04 | allerta di colore Giallo per rischio idreogeologico e temporali forti a partire dalle ore 13.00 Martedì, 09 Giugno alle ore 23.59 Mercoledì, 10 Giugno 2020

mercoledì, 11 marzo, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/03/11/il-comitato-salute-pubblica-di-massa-carrara-chiede-se-e-vero-che-iniziano-a-mancare-i-supporti-di-base-come-camici-e-mascherine-usa-e-getta-necessari-per-la-rianimazione-e-il-contatto-dei-c/

Mediavideo Antenna3

Il Comitato Salute Pubblica di Massa Carrara chiede se è vero che “iniziano a mancare i supporti di base come camici e mascherine usa e getta necessari per la Rianimazione e il contatto dei contagiati”

di  Redazione web

Il Comitato Salute Pubblica di Massa Carrara,

preoccupato dagli articoli apparsi sulla stampa locale dai quali risulta che alla Rianimazione del NOA “iniziano a mancare i supporti di base come camici e mascherine usa e getta necessari per la Rianimazione e il contatto dei contagiati” e che, per questa situazione, una infermiera ha aperto una raccolta di denaro online a nome “Coronavirus NOA-Massa Carrara”

Chiede

Alla direzione dell’USL Nord Ovest

Alla direzione del NOA

Al Governatore regionale E. Rossi (via sito web Regione Toscana)

All’Assessore regionale alla salute S. Saccardi

Al Sindaco di Carrara

Al Sindaco di Massa

Se corrisponde al vero una condizione di tale scarsità di DPI (dispositivi di protezione individuali) e se davvero l’Azienda USL Nord Ovest abbisogna di aiuti finanziari da parte dei cittadini per l’acquisto.

Ci risulta che sia dovere delle istituzioni competenti (quelle in indirizzo) mettere in campo ogni strumento per garantire che ciò non avvenga.

Vorremmo in ogni caso capire come sia possibile che in 15 giorni l’Azienda sanitaria non sia riuscita a completare gli approvvigionamenti dei DPI, essenziali in questa fase critica.

Sono attrezzature indispensabili anche per la sanità territoriale: i distretti, gli ambulatori, i medici di famiglia, gli infermieri del domicilio.

Qual’è la situazione reale?

  • COMITATO SALUTE PUBBLICA DI MASSA CARRARA

ore: 20:58 | 

comments powered by Disqus