ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

lunedì, 24 febbraio, 2020

http://www.antenna3.tv/2020/02/24/franco-frediani-interviene-sulla-proposta-di-intitolazione-di-un-ponte-a-sandro-pertini/

Mediavideo Antenna3

Franco Frediani interviene sulla proposta di intitolazione di un ponte a Sandro Pertini

di  Redazione web

A proposito della richiesta di titolazione a Sandro Pertini del Ponte Trieste, due considerazioni sulla toponomastica cittadina. Questa dovrebbe premiare ed onorare personaggi, nati o in qualche modo legati al territorio e Pertini non lo è stato, così come non lo sono stati Moro, Berlinguer e Vera Vigevani per citarne altri a cui la città ha dedicato uno spazio.

Non sono qui in discussione i meriti dell’uomo : antifascista, simbolo della Resistenza e Padre costituente anche se, nel settennato da Presidente, come lo giudicò Indro Montanelli, di sostanziale e sostanzioso fece ben poco. Uomo integerrimo, strenuo difensore della democrazia, nella memoria di tutti resta il suo lato pittoresco e un po’ folcloristico, con le partite a carte o le esultanze allo stadio.

Ritengo invece che, se a un Presidente della Repubblica deve essere dedicato un luogo, per le ragioni su espresse, ne avrebbe titoli maggiori Giovanni Gronchi. A Massa fu emerito professore di lettere e filosofia nel nostro Liceo ed ebbe numerosi amici sia personali che politici. Eletto Deputato, anche con i voti della nostra circoscrizione, più di una volta fu in città sia nelle vesti di Deputato che di Presidente della Camera e poi come Presidente della Repubblica.

Significativa l’orazione che tenne in occasione della cerimonia per il decennale della Resistenza, alle Fosse del Frigido. Nel campo della ricostruzione e della ripresa della Zona industriale, non vi è iniziativa od opera di interesse pubblico nella quale non abbia posto i suoi buoni uffici.

Ma anche nel campo del lavoro ove ottenne aiuti e mezzi dal Governo in favore dei lavoratori. La città lo gratificò con la Cittadinanza onoraria col plauso di tutte le forze politiche che riconobbero in lui il Presidente di tutti gli italiani.

Tornando invece a Pertini, gli si dedichi pure un luogo ma la memoria non si cancella. Il ponte di Trieste deve rimanere tale, così come volle Giulio Guidoni, il Presidente dell’Amministrazione Provinciale che ne deliberò la titolazione il giorno della inaugurazione avvenuta il 15 novembre del 1953.

Lo stesso dicasi per il Ponte di Castagnola, che nel 1947, sempre Guidoni (questa una figura da onorare), allora Sindaco, intitolò alla Liberazione. Se ponte a Pertini deve essere, un ponte che non ha “titolo” è quello alla stele del Frigido, o in alternativa, quello sul Lungomare.

 

Nella foto Giovanni Gronchi  ritratto in occasione della inaugurazione delle stele e della chiesina al Frigido. Alle sue spalle Pietro Del Giudice (21 ottobre 1954)

ore: 19:25 | 

comments powered by Disqus