ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

venerdì, 29 novembre, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/11/29/si-accende-di-rosso-la-ex-filanda-di-forno-in-occasione-della-giornata-internazionale-per-leliminazione-della-violenza-sulle-donne/

Mediavideo Antenna3

Si accende di rosso la ex filanda di Forno in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

di  Redazione web

Si accende di rosso la ex filanda di Forno, la fabbrica delle donne, per una straordinaria apertura. Un segnale importante in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. A chiedere l’illuminazione in rosso è stata l’associazione Eventi sul Frigido e la proposta è stata ben accolta dall’assessore alla cultura, Veronica Ravagli e dalla delegata alla montagna, Giorgia Garau. La filanda di Forno, dai primi anni  del Novecento fino alla sua distruzione (1944),  è stata  il fulcro dell’occupazione femminile  e forte contenitore di battaglie verso l’emancipazione e i diritti sul lavoro.  Difficile per le donne di allora parlare di violenza, per i motivi culturali legati all’epoca quando le molestie, i maltrattamenti passavano quasi come una normalità.  “Nel libro di interviste alle ex filatrici, “Le donne della memoria” – spiega Angela Maria Fruzzetti, vice presidente dell’associazione Eventi sul Frigido  – ho inserito un capitolo specifico intitolato “Quello che le donne non dicono”. Nei racconti emerge la sottomissione ai capi e il buon comportamento delle ragazze per essere accettate e abilitate al lavoro (cit. Il capo era contento di me).  Nelle  narrazioni le donne non lanciano accuse verso gli uomini lasciando intendere che qualcosa succedeva, in quella fabbrica, ma bisognava lavorare. Inoltre, le ragazze che denunciavano molestie e attenzioni particolari, venivano sollevate dal loro incarico in fabbrica e allontanate, inviate a svolgere mansioni  nell’adiacente convitto gestito dalle suore. Una condizione che per le donne vittime di violenza, dopo cento anni di lotte,  resta  pressoché invariata: oggi, le donne che denunciano situazioni di violenza domestica, nei casi più gravi vengono allontanate dalla famiglia e dal loro tessuto sociale per rifugi ignoti. Ho chiesto all’assessore Ravagli di accendere di rosso la fabbrica per ricordare tutte le filatrici che lavorarono in quella struttura e la ringrazio per aver accolto la proposta. Vedere quella ex fabbrica illuminata di rosso è un’emozione”. E nel messaggio contro la violenza, sabato 30 novembre, alle 21, tra i motori e gli attrezzi del museo di archeologia industriale della ex filanda, si svolgerà un reading di poesia e musica, aperto a tutta la cittadinanza, organizzato dall’associazione Eventi sul Frigido con il patrocinio del Comune di Massa.  Il tema della serata sarà la violenza  di genere e chiunque potrà esprimersi: diventare consapevoli è essenziale così come imparare nuovi comportamenti per non diventare una vittima.

ore: 10:01 | 

comments powered by Disqus