ore:  15:42 | Codice giallo per vento e neve esteso fino a domani, venerdì 27 marzo

ore:  17:26 | Codice giallo fino a tutto domani, giovedì 26 marzo per neve e vento forte

ore:  14:23 | Codice giallo su tutta la Toscana martedì 24 e mercoledì 25 marzo per vento, ghiaccio e neve

ore:  15:02 | Codice giallo, martedì 24, per neve a bassa quota, rischio ghiaccio e ancora vento

ore:  15:05 | Maltempo, codice giallo per vento su tutta la Toscana dal pomeriggio di oggi, domenica

giovedì, 28 novembre, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/11/28/intervento-di-ripascimento-nella-zona-di-poveromo-incontro-tra-amministrazione-comunale-regione-toscana-e-balneari/

Mediavideo Antenna3

Intervento di ripascimento nella zona di Poveromo Incontro tra amministrazione comunale, Regione Toscana e balneari

di  Redazione web

“Per noi l’intervento di ripascimento è una soluzione di protezione della costa che attendevamo da tempo e la conferma che entro la fine dell’anno si apriranno i cantieri ci fa ben sperare per la prossima estate. Allo stesso tempo sappiamo che non è un’opera risolutiva, ma è l’inizio di un percorso e la base per altri progetti che possano definitivamente riqualificare il litorale. Ogni anno il mare guadagna qualche metro, le spiagge sono sempre più corte e i balneari in difficoltà. Per noi la difesa della costa è una priorità e seguiremo da vicino e con attenzione l’evolversi dell’intervento. Contestualmente, porteremo avanti il confronto con le categorie balneari per preparare al meglio, fin da subito, la stagione estiva 2020. Ci stiamo impegnando nel promuovere il nostro territorio e dobbiamo farci trovare pronti”. Così il sindaco Francesco Persiani commenta il maxi intervento di ripascimento in programma nella zona di Poveromo a seguito di una riunione a palazzo civico in cui, assieme all’assessore Marco Guidi, ha incontrato i funzionari e i tecnici di Regione Toscana e i balneari.

L’appalto è stato assegnato nei giorni scorsi dalla Regione Toscana, prima di dare il via ai lavori  deve però essere eseguita la bonifica bellica al porto di Viareggio dove la sabbia verrà prelevata. Le tempistiche subiranno variazioni in base alle più o meno favorevoli condizioni meteorologiche e del mare, ma le intenzioni sono di non andare oltre la data del 31 marzo 2020: se l’opera non sarà conclusa, sarà interrotta e ripresa al termine dell’estate. In questo modo si eviteranno particolari disagi allo svolgimento della stagione balneare e non si andrà ad influire sui campionamenti che Arpat programma sulle acque marine in quel periodo. Fattore di fondamentale importanza sia per l’amministrazione comunale sia per i balneari che puntano ad una stagione di qualità.

Nell’ottica di realizzare l’intervento rispettando al meglio il cronoprogramma, la trasparenza e la comunicazione tra tutti gli interessati diventano basilari, come sottolineato dall’assessore Guidi. “Sono i due aspetti che ci  permetteranno di fare un buon lavoro”, ha detto, “sappiamo che con questo intervento non si risolverà definitivamente il problema erosione, ma è sicuramente un primo passo e, nel frattempo, stiamo studiando altri interventi di difesa del litorale. In diversi incontri istituzionali, il sindaco Persiani ha posto l’attenzione sul fatto che l’erosione non riguardi solo Massa, ma l’intera costa apuo-versiliese per cui bisogna iniziare a ragionare in maniera univoca. Se vogliamo limitare i danni sulle nostre spiagge dobbiamo investire per monitoraggi, studi ed opere e dobbiamo farlo tutti insieme”.

Il ripascimento da 1,6 milioni di euro, finanziato dalla Regione riguarderà circa 2,7 chilometri di spiaggia a Poveromo fino alla foce del Versilia, area su cui verranno distribuiti 100 mila metri cubi di sabbia. La draga utilizzata avrà un carico massimo di 1400 metri cubi di sabbia che, salvo particolari prescrizioni della sicurezza della navigazione, consentirà un numero inferiore di viaggi rispetto al progetto iniziale e quindi una riduzione dei tempi. Il tavolo si aggiornerà nuovamente intorno a metà febbraio per fare il punto della situazione.

 

ore: 15:33 | 

comments powered by Disqus