ore:  15:12 | Maltempo, codice arancione per temporali, vento e mareggiate dalle 18 di oggi, giovedì, alle 20 di sabato 26 settembre

ore:  14:34 | Coronavirus: TOSCANA – 90 nuovi casi, 1 decesso, 93 guarigioni

ore:  13:02 | allerta colore Giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti a partire dalle ore 13.00 Mercoledì, alle ore 23.59 Giovedì, 24 Settembre 2020

ore:  14:57 | Codice giallo per pioggia e temporali fino alla mezzanotte di domani

ore:  13:02 | Maltempo, codice giallo per temporali forti fino alle 20 di oggi

martedì, 6 agosto, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/08/06/lite-in-famiglia-nella-notte-finisce-in-tragedia-a-montignoso-il-genitore-colpito-da-almeno-una-decina-di-colpi/

Mediavideo Antenna3

Lite in famiglia nella notte finisce in tragedia a Montignoso. Il genitore colpito da almeno una decina di colpi

di  Redazione web

Finisce in tragedia una lite in famiglia nelle case popolari di via Sforza a Montignoso. Sono le 23 circa di lunedì 6 quando padre e figlio, di nazionalità marocchina, si affrontano nel giardino di casa.

LA LITE TRA FRATELLI

Un episodio già visto altre volte. Moassin Buden, un giovane tra i 20 e i 30 anni, gli si rivolta contro con violenza. È armato di un coltello, come una furia lo aggredisce, lo colpisce con la lama più volte, lasciandolo riverso nel giardino sotto casa, in un lago di sangue. Poi fugge verso il mare.

Le grida richiamano i vicini, qualcuno telefona ai carabinieri e alla polizia. Arriva anche l’ambulanza del 118, il medico cerca di rianimare l’uomo ferito. Ma non c’è nulla da fare. Le ferite sono troppo profonde e hanno leso organi vitali, l’uomo, Abdel Buden di 67 anni, è ormai morto.

CACCIA ALL’OMICIDA

Subito inizia la caccia all’uomo, all’omicida, che subito dopo l’aggressione si è allontanato a piedi verso via Osteriaccia, correndo come un pazzo verso l’Aurelia, cioè in direzione mare raccontano alcuni testimoni. È ancora armato del coltello, comunicano le forze dell’ordine alle pattuglie che perlustrano la zona per tutta la notte.

La gente di via Sforza si riversa in strada, c’è sconcerto, qualcuno racconta che in quella casa i litigi erano frequenti. Si udivano grida, colpi, c’era una continua tensione fra i fratelli e le tante persone con rapporti di parentela diversi, che vivono in quella abitazione di via Sforza. Un clima da faida famigliare finito con un omicidio.

-il tirreno-

ore: 5:29 | 

comments powered by Disqus