ore:  12:04 | allerta colore giallo per rischio idrogeologico e temporali forti dalle ore 06.00 Venerdì, 24 Luglio 2020 alle ore 20.00 Venerdì, 24 Luglio 2020

ore:  12:58 | Codice giallo per rischio idrogeologico-idraulico e temporali forti fino alle ore 20 di oggi domenica 21 giugno su tutto il territorio toscano

ore:  16:12 | Rete oncologica regionale, approvate le nuove Linee di indirizzo

ore:  13:18 | emessa allerta colore giallo per rischio idregeologico e temporali forti a partire dalle ore dalle ore 13.00 alle ore 18.00 di Giovedì, 11 Giugno 2020

ore:  13:30 | Emessa allerta colore Arancio per rischio idreogeologico e temporali forti a partire dalle ore 00.00 di giovedi 11 giugno alle ore 13.00 di giovedi 11 giugno 2020

lunedì, 5 agosto, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/08/05/pastore-maremmano-nella-caserma-della-stradale-a-lucca-sarebbe-della-dirigente-della-p-s-il-segretario-nazionale-della-uil-chiede-intervento-del-dirigente-polstrada-della-toscana/

Mediavideo Antenna3

Pastore maremmano nella caserma della stradale a Lucca sarebbe della Dirigente della P.S. Il segretario nazionale della UIL chiede intervento del Dirigente Polstrada della Toscana

di  Redazione web

Polizia Stradale di Lucca:
RISPETTO per il cane “Detenuto-Fuori-Legge ” dalla Dirigente
chiamiamo l’A.N.P.A.
Da operatori della Polizia Stradale, spesso impegnati nei controlli su strada ai trasporti di animali, non possiamo accettare di vedere un animale tenuto in modo irregolare, nemmeno quando a fare ciò è la nostra Dirigente. La Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Lucca, Dott.ssa Serafina Di Vuolo, infatti, da qualche giorno ha portato il suo cane in caserma, un pastore maremmano, tenendolo in maniera del tutto inidonea rispetto a quello che prevede la legge. L’animale è stato confinato in uno spazio retrostante alla caserma, con solo un telo in plastica a proteggerlo dalle intemperie, un telo ancorato per di più al gruppo elettrogeno della caserma stessa. L’area, delimitata da un recinto artigianale, è composta esclusivamente di terriccio e ciuffi di erba, non garantendo quindi all’animale quelle condizioni di separatezza dal terreno delle quali dovrebbe beneficiare il suo stallo, trovandosi costretto per giunta a districarsi tra i suoi escrementi. Nelle ore diurne, per di più, è dato spesso vedere quella simpatica presenza scorrazzare, senza museruola, in giro per gli spazi esterni della caserma, venendo non di rado a contatto con l’utenza, forse in cerca di un po’ di calore umano. Come se non bastasse, da alcuni giorni la D.ssa Di Vuolo è andata in ferie, lasciando il cane in caserma, probabilmente facendo affidamento sulla sensibilità dei poliziotti in servizio per le occorrenze dell’animale. È stato, forse, per questo motivo che alcuni poliziotti, sospinti dal desiderio di evitare che il cane patisse ancora altre sofferenze, che hanno deciso di portarlo via da quell’improvvisato riparo ed offrirgli un rifugio più dignitoso presso le loro abitazioni. Il problema, tuttavia, siamo sicuri si riproporrà quando tornerà dalle ferie la proprietaria del cane, la Dirigente della Polizia Stradale di Lucca, D.ssa Di Vuolo. A questo punto, chiediamo a gran voce un autorevole intervento del Dirigente del Compartimento Polizia Stradale per la Toscana, Dr. Pomponio. In difetto, saremo costretti a chiamare l’Associazione Nazionale Protezione Animali!
IL SEGRETARIO NAZIONALE
Gianluca PANTALEONI

ore: 15:22 | 

comments powered by Disqus