ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

sabato, 27 luglio, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/07/27/spacciava-frutta-e-verdura-alla-cocaina-in-manette-75enne-il-negozio-dellanziano-era-tenuto-sottocchio-da-diversi-mesi-dagli-agenti-della-mobile-denunciati-due-clienti/

Mediavideo Antenna3

Spacciava frutta e verdura… alla cocaina, in manette 75enne. Il negozio dell’anziano era tenuto sott’occhio da diversi mesi dagli agenti della Mobile. Denunciati due clienti

di  Redazione web

Mezzo chilo di pesche e due dosi di cocaina; una busta di patate e due dosi di hashish: cosìun commerciante di frutta e verdura, originario di Viareggio, ‘arrotondava’ il guadagno del suo negozio di frutta e verdura a Marina di Massa (Massa Carrara). In totale, nascoste tra carote, insalata e frutta di ogni tipo, e in parte anche nell’abitazione dell’uomo, la Squadra mobile di Massa, diretta dal vicequestore Antonio Corcione, ha sequestrato un chilo di sostanza stupefacente, cocaina e hashish, già divisa in piccole dosi.

Il negozio, frequentato in estate soprattutto da turisti, si era trasformato in un attrezzato centro di spaccio e, secondo quanto ricostruito dalla questura, l’attività aveva da anni pochi clienti ‘normali’ interessati agli articoli alimentari, perché il grosso erano assuntori di droghe, con un giro di denaro che superava i 50mila euro. L’uomo 75 anni, già noto alle forze dell’ordine, si trova agli domiciliari. Al momento i familiari del 75enne, che assieme a lui gestivano il locale, non risultano implicati nell’attività di spaccio e per questo il negozio non è stato posto sotto sequestro.

-il tirreno-

ore: 14:49 | 

comments powered by Disqus