ore:  12:49 | Maltempo, prolungato fino alle 21 di domani, sabato, il codice giallo per rovesci e temporali

ore:  9:16 | allerta gialla per pioggia e temporali dalle ore 9.00 alle ore 21.00 di venerdì 23 agosto

ore:  11:09 | allerta gialla per rischio idreogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti a partire dalle ore 00.00 di giovedì 8 Agosto 2019 alle ore 13.00 di giovedì 08 agosto 2019

ore:  11:26 | allerta codice giallo dalle ore 13.00 Sabato, 27 Luglio 2019 alle ore 18.00 Domenica, 28 Luglio 2019

ore:  14:18 | allerta codice giallo per rischio idreogeologico idraulico e temporali forti a partire delle ore dalle ore 12.00 Sabato, 27 Luglio alle ore 23.59 Sabato, 27 Luglio 2019

lunedì, 3 giugno, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/06/03/si-e-tenuto-nel-pomeriggio-il-consiglio-comunale-aperto-dedicato-alle-bonifiche-allinquinamento-di-falda-e-alla-diffusione-dellordinanza-per-vietare-luso-dei-pozzi/

Mediavideo Antenna3

SI E’ TENUTO NEL POMERIGGIO IL CONSIGLIO COMUNALE APERTO DEDICATO ALLE BONIFICHE, ALL’INQUINAMENTO DI FALDA E ALLA DIFFUSIONE DELL’ORDINANZA PER VIETARE L’USO DEI POZZI. QUALCHE POLEMICHE E PERPLESSITA’ DEI CITTADINI.

di  Redazione web

Per illustrare alla cittadinanza tutta i dati sull’inquinamento di falda e la nuova ordinanza adottata dal sindaco Francesco Persiani che vieta l’utilizzo dei pozzi di falda, il comune di Massa ha convocato un consiglio comunale aperto con la presenza di tecnici comunali, di Asl e Arpat.

Prima di aprire al dibattito, è stato fatto il quadro su quanto fatto fino ad ora da Sogesid e dagli enti e su come procederà il progetto, ovvero con la seconda campagna di analisi – dalla prossima settimana – che si concluderà tra agosto e settembre e dopo la quale sarà costruito un modello di tutta la zona apuana per il progetto di bonifica. Arpat su ognuno dei 149 pozzi ha ricercato 73 inquinanti, circa 10 mila parametri per cui sono stati impiegati 3 mesi; ora saranno ripetute le misure di tipo idrochimico.

Di 149 pozzi, solo 41 sono risultati puliti e in alcuni è stato trovato un solo contaminante. Le situazioni critiche – stato confermato – sono nelle aree industriali e non in quelle residenziali, ma molti inquinanti che erano specifici delle lavorazioni del tempo non ci sono più. Molta confusione tra i cittadini che hanno più volte fatto domande sull’uso dell’acquedotto, sull’area di via Tinelli, sull’inquinamento ben differente da colibatteri in mare, sull’amianto. Il sindaco Francesco Persiani e i rappresentanti degli enti hanno ripetuto e sottolineato che la falda non compromette l’acquedotto, cioè l’acqua del rubinetto, ma i pozzi non possono essere utilizzati per tutelare la salute pubblica.

“La maggior parte dei campeggi è allacciata all’acquedotto” ha precisato il sindaco. Per tranquillizzare maggiormente la cittadinanza, dalla Asl è stato spiegato che nell’acqua potabile possono essere rilevati valori maggiori perché i dati ambientali devono tutelare tutte le specie e non solo l’uomo. Gli animi si sono surriscaldati quando alcuni esponenti di Forza Italia, Franco Ceccarelli e Franco Bigini, hanno lanciato accuse all’amministrazione e all’Arpat. “Sull’argomento terremo massima attenzione e sarete costantemente informati” ha concluso il sindaco dopo due ore circa lasciando spazio alle interpellanze del consiglio comunale.

ore: 18:29 | 

comments powered by Disqus