A pochi giorni dal termine della sua attività, il procuratore di Massa Carrara Aldo Giubilaro ha incontrato gli uomini della Questura di Massa per un ultimo saluto. Andrà in pensione il 5 maggio, dopo otto anni passati sul territorio apuano, o meglio “otto e tre quarti” come tiene a sottolineare lo stesso procuratore. Parole di stima nei suoi confronti le ha espresse il questore Giuseppe Ferrari: “rimango ancora colpito dalla disponibilità dimostrata il primo giorno che ci siamo incontrati – ha raccontato – dalle belle parole nei confronti della polizia di stato e di quella giudiziaria. Stima che il personale, come ebbi modo di scoprire, ricambiava in maniera totale. Ed è all’insegna di questo riconoscimento che il lavoro è stato positivo; anche i giovani dirigenti – ha aggiunto – mi raccontano sempre della grande disponibilità durante le indagini”. Stima ricambiata dal procuratore che non la ha mai nascosta, ma anzi sempre ribadita e rimarcata anche nel corso delle varie conferenze stampa: “in questi anni potrò avere avuto dei problemi, delle difficoltà, ma di certo mai contrasti con la polizia come con le altre forze – ha riferito Giubilaro – il vostro non è un lavoro semplice, è fatto di sacrifici e rinunce, ma lo fate e lo facciamo, pensando sempre a come dare la risposta migliore ai cittadini. Che è quello che poi vogliono da noi”.