ore:  12:49 | Maltempo, prolungato fino alle 21 di domani, sabato, il codice giallo per rovesci e temporali

ore:  9:16 | allerta gialla per pioggia e temporali dalle ore 9.00 alle ore 21.00 di venerdì 23 agosto

ore:  11:09 | allerta gialla per rischio idreogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti a partire dalle ore 00.00 di giovedì 8 Agosto 2019 alle ore 13.00 di giovedì 08 agosto 2019

ore:  11:26 | allerta codice giallo dalle ore 13.00 Sabato, 27 Luglio 2019 alle ore 18.00 Domenica, 28 Luglio 2019

ore:  14:18 | allerta codice giallo per rischio idreogeologico idraulico e temporali forti a partire delle ore dalle ore 12.00 Sabato, 27 Luglio alle ore 23.59 Sabato, 27 Luglio 2019

venerdì, 5 aprile, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/04/05/ma-come-oltre-8-milioni-investiti-6-anni-di-lavori-e-il-risultato-e-che-alla-prima-pioggia-la-scuola-dinfanzia-inaugurata-nel-2017-si-allaga-e-i-bambini-vengono-fatti-evacuare-si-rim/

Mediavideo Antenna3

Scuole allagate ad Aulla, Marchetti e Stella (FI) alla Regione «8 milioni investiti, 6 anni di lavori e questo è il risultato? Rimediate»

di  Redazione web

«Ma come? Oltre 8 milioni investiti, 6 anni di lavori e il risultato è che alla prima pioggia la scuola d’infanzia inaugurata nel 2017 si allaga e i bambini vengono fatti evacuare? Si rimedi immediatamente con interventi correttivi, strutturali o no ma con cui si possano per il futuro rendere sicuri questi piccoli»: tradotto in toni istituzionali in sostanza è questo ciò che Forza Italia chiede alla giunta regionale con un’interrogazione a cui l’organo di governo toscano è chiamato a rispondere in forma scritta. L’atto è stato depositato dai Consiglieri regionali azzurri Maurizio Marchetti (Capogruppo) e Marco Stella (Vicepresidente dell’Assemblea toscana) una volta appreso dell’allagamento dall’adirato papà di uno di quei bambini, ovvero il Coordinatore regionale dei Giovani di Forza Italia Juri Gorlandi.

Nell’interrogazione si ricostruisce brevemente la storia di quel complesso scolastico: «A seguito degli eventi alluvionali che nell’ottobre 2011 colpirono la provincia di Massa Carrara, e segnatamente la Lunigiana – ricordano infatti Marchetti e Stella nella premessa dell’atto – tra i vari interventi di ricostruzione la Regione ha previsto la Realizzazione di un asilo nido, di una scuola materna e di una scuola elementare nella ex-area ferroviaria della Città di Aulla, Lotto 1 dei lavori di realizzazione di un più ampio polo scolastico. Il costo per tale Lotto 1 è definito con Decreto dirigenziale del Settore Protezione Civile e Riduzione del rischio alluvioni 10900 del 18.10.2016 in complessivi euro 8.238.698,24. Le scuole oggetto di tale intervento sono state inaugurate il 15 settembre 2017, dopo 6 anni di permanenza degli alunni in container a lato ferrovia». Ebbene, ecco l’attualità: «A seguito degli eventi meteo di ieri, 4 aprile 2019, la scuola dell’infanzia di Aulla compresa nel Lotto 1 dell’intervento sopra richiamato si è allagata, con conseguente spavento per i bambini soprattutto più piccoli e per i loro genitori allertati per andarli a riprendere».

«Siamo in pensiero – commentano – anche perché il polo scolastico complessivo prevede anche un altro lotto, il 2, che riguarda la scuola media inferiore oggetto di Decreto 3550 del 14 marzo 2018 e che comporta un ulteriore investimento di 8.554.863,85 euro solo per il primo stralcio».

E quindi avanti con i tre quesiti che Marchetti e Stella rivolgono alla giunta regionale a cui innanzitutto domandano «se abbiano ricostruito la dinamica che ha prodotto infiltrazioni d’acqua di simile portata». Di seguito Forza Italia domanda alla Regione «come valuti l’efficacia costruttiva del plesso in rapporto ai costi di realizzazione alla luce dell’evento di ieri» nonché «se abbia rilevato, nell’analisi dell’accaduto, imperfezioni progettuali e, nell’eventualità, se non reputi di dover programmare interventi correttivi e protettivi finalizzati ad evitare il ripetersi di un evento avverso come l’allagamento di cui all’oggetto».

ore: 12:25 | 

comments powered by Disqus