ore:  18:32 | allerta gialla per rischio idrogeologico idraulico temporali forti dalle ore 21.00 Domenica, 07 Luglio 2019 alle ore 10.00 Lunedì, 08 Luglio 2019

ore:  13:22 | emessa allerta gialla per rischio idreogeologico e temporali forti a partire dalle ore15.00 Martedì, 28 Maggio alle ore 23.59 Mercoledì, 29 Maggio

ore:  13:11 | Codice giallo per precipitazioni e domani temporali sul sud della Toscana

ore:  13:41 | prorogata allerta gialla per rischio idrogeologico idraulico in corso finoalle ore 14.00 Martedì, 21 Maggio 2019

ore:  14:18 | Codice giallo per temporali e precipitazioni dalla mezzanotte di oggi alle 20 di domani, sabato

giovedì, 14 marzo, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/03/14/partita-da-giocare-lassessore-raggi-fa-chiarezza-sulla-legge-condhotel-e-lex-mediterraneo/

Mediavideo Antenna3

“Partita da giocare”: l’assessore Raggi fa chiarezza sulla legge “condhotel” e l’ex Mediterraneo

di  Redazione

Ieri sera durante la seduta del consiglio comunale, l’assessore Andrea Raggi ha dichiarato che quella sul Mediterraneo è «una partita ancora tutta da giocare». L’occasione è stato il dibattito innescato da una mozione sul tema presentata dall’opposizione che ha riguardato anche gli articoli di stampa pubblicati nei giorni scorsi. L’assessore ai lavori pubblici ha smentito la notizia che sabato 9 marzo si sarebbe tenuta una riunione di giunta sull’argomento. Per il resto Raggi confermato quanto dichiarato nelle precedenti uscite spiegando che le sue parole sulla delibera regionale sui “condhotel”, non sono state «né volevano essere l’espressione di una volontà politica rispetto al futuro del sito dell’ex Mediterraneo ma una semplice analisi del provvedimento. La disamina della norma regionale – ha insistito Raggi – non rappresenta affatto un ok alla realizzazione di appartamenti presso l’ex Mediterraneo. La nostra amministrazione sta valutando tutte le opzioni possibili nell’esclusivo interesse della cittadinanza e la partita è ancora aperta» ha concluso l’assessore.

ore: 19:02 | 

comments powered by Disqus