ore:  12:49 | Maltempo, prolungato fino alle 21 di domani, sabato, il codice giallo per rovesci e temporali

ore:  9:16 | allerta gialla per pioggia e temporali dalle ore 9.00 alle ore 21.00 di venerdì 23 agosto

ore:  11:09 | allerta gialla per rischio idreogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti a partire dalle ore 00.00 di giovedì 8 Agosto 2019 alle ore 13.00 di giovedì 08 agosto 2019

ore:  11:26 | allerta codice giallo dalle ore 13.00 Sabato, 27 Luglio 2019 alle ore 18.00 Domenica, 28 Luglio 2019

ore:  14:18 | allerta codice giallo per rischio idreogeologico idraulico e temporali forti a partire delle ore dalle ore 12.00 Sabato, 27 Luglio alle ore 23.59 Sabato, 27 Luglio 2019

giovedì, 28 febbraio, 2019

http://www.antenna3.tv/2019/02/28/stefano-benedetti-al-vecchio-ospedale-e-presente-un-impianto-di-risonanza-magnetica-inutilizzato-la-asl-si-adoperi-per-renderlo-funzionante/

Mediavideo Antenna3

Stefano Benedetti Al vecchio ospedale è presente un impianto di risonanza magnetica inutilizzato. La ASL si adoperi per renderlo funzionante

di  Redazione web

Alla Presidente della Commissione Sanità del Comune di Massa.
Oggetto : Risonanza Magnetica al vecchio ospedale.

Egregio Presidente, con questa mia La invito gentilmente ad inserire all’  Odg della Commissione Sanità, la questione relativa alla risonanza magnetica ancora presente nel vecchio ospedale di Massa, abbandonato ormai da anni. Intanto, ricordo che l’ impianto era stato acquistato da poco tempo e costato circa 1.500.000 di euro e che il mantenimento dello stesso costa decine di migliaia di euro all’ anno. Ma al di là di questi particolari, ciò  che balza agli occhi È la gestione assolutamente inoculata dell’ Asl che pur conoscendo le lunghe liste di attesa per poter accedere al servizio di risonanza magnetica, non trova soluzioni alternative come quella di trasferirla presso l’ ospedale di Carrara, l’ unico forse in provincia che dispone dello spazio necessario. Attualmente i tempi per fare una risonanza variano tra i sei e gli otto mesi, almeno che non si decida di recarsi fuori provincia ed invece  con l’ uso di una nuova macchina si potrebbero ridurre di ben 3/4 mesi. Pensiamo ad esempio agli anziani colpiti da ictus, che sono continuamente  a rischio e che periodicamente devono fare i controlli, quanti di loro rischiano la vita  con gli attuali lunghi tempi di attesa? Per quanto sopra La invito a convocare una commissione per poter far chiarezza sulla questione e quindi attivarsi nei confronti del Sindaco Persiani affinché porti la questione all’ attenzione della Commissione Zonale sulla Sanità.

Stefano Benedetti

ore: 16:23 | 

comments powered by Disqus