ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

sabato, 20 ottobre, 2018

http://www.antenna3.tv/2018/10/20/carrara-una-madre-disperata-si-e-rivolta-ai-carabinieri-per-chiedere-aiuto-poiche-il-figlio-fa-uso-di-droghe-il-pusher-finisce-in-manette/

Mediavideo Antenna3

CARRARA : UNA MADRE DISPERATA SI È RIVOLTA AI CARABINIERI PER CHIEDERE AIUTO POICHÉ IL FIGLIO FA USO DI DROGHE. IL PUSHER FINISCE IN MANETTE

di  Redazione web

L’indagine antidroga portata a termine Venerdì pomeriggio dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Carrara, è cominciata grazie alla richiesta di una mamma coraggiosa. La donna, dopo aver scoperto che il figlio da qualche tempo stava facendo uso di droghe, per tirarlo fuori dalla rete degli spacciatori ha chiesto aiuto ai militari dell’Arma.

Sviluppando le notizie frammentarie ma allo stesso tempo utilissime fornite dalla donna sulle abitudini del figlio, i Carabinieri hanno scoperto un’abitazione che si trova in località Bedizzano alla periferia di Carrara, occupata da alcuni stranieri. Per alcuni giorni, i militari dell’Arma si sono appostati per monitorare tutti i movimenti e le abitudini di chi abitava in quello stabile, individuando un possibile pusher fra loro; i Carabinieri hanno poi constatato uno strano via vai di persone, fra cui molti giovani che si intrattenevano pochi minuti in quello stabile e poi uscivano, guardandosi intorno come se volessero sincerarsi di non essere seguiti da nessuno.

A quel punto, i militari dell’Arma sono riusciti ad individuare l’appartamento dove sembrava avvenissero i “traffici” sospetti e poi hanno stabilito che si trattava della dimora di un 27enne originario del Marocco, irregolare sul Territorio Nazionale. Quell’uomo, però, era all’apparenza insospettabile, il suo nome risultava sconosciuto alle Forze dell’Ordine.

Venerdì pomeriggio, i Carabinieri di Carrara hanno deciso di passare all’azione e quindi si sono presentati “in borghese” alla porta del 27enne. L’uomo, forse tradito dall’abitudine di ricevere in casa sua i “clienti” che volta per volta suonavano al campanello, ha aperto la porta senza pensarci su due volte. Appena i militari dell’Arma hanno fatto ingresso nell’abitazione spiegando che era loro intenzione procedere ad una perquisizione, lo straniero ha tirato fuori dalle tasche alcune dosi di cocaina, tutte preparate con i ritagli di cellophane e poi arrotolate come se fossero caramelle.

Inoltre, l’uomo ha consegnato anche un “sasso” di cocaina ancora da dividere, che aveva ugualmente a portata di mano. Nella sua camera da letto, i Carabinieri hanno trovato anche 2600 euro in contanti che sono stati sequestrati visto che lo straniero si è dichiarato disoccupato, tantomeno ha saputo giustificare la provenienza di quel denaro.

Alla fine delle attività, il pusher è stato portato in Caserma e poi arrestato per “detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”. Dopo aver informato il Pubblico Ministero di turno dott. Alberto DELLO IACONO che ha avallato il provvedimento, il 27enne è stato trattenuto in camera di sicurezza. Questa mattina è stato portato in Tribunale a Massa, dove il Giudice Alice SERRA ha convalidato l’arresto e contestualmente ha disposto a suo carico la misura cautelare dell’obbligo di presentazione tutti i giorni dai Carabinieri per la firma. A quel punto è stato rimesso in libertà in attesa del processo, rinviato per concessione dei termini a difesa.

 

ore: 17:35 | 

comments powered by Disqus