ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

martedì, 12 dicembre, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/12/12/ponte-si-o-ponte-no-dragaggio-si-o-dragaggio-no-di-questo-si-parla-oggi-a-massa-e-da-piu-parti-arrivano-accuse-allamministrazione-comunale/

Mediavideo Antenna3

PONTE SI’ O PONTE NO. DRAGAGGIO SI’ O DRAGAGGIO NO. DI QUESTO SI PARLA OGGI A MASSA E DA PIU’ PARTI ARRIVANO ACCUSE ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

di  Redazione web

La parola del «day after» pare essere dragaggio: il Frigido questa ha creato davvero molta apprensione, è stato lui il sorvegliato speciale ed ora tutti si chiedono se non sia arrivato il momento di accelerare i lavori per la messa in sicurezza del fiume. E da più parti arrivano accuse all’amministrazione comunale. L’onorevole del Pd Martina Nardi ieri mattina ha inviato una lettera al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e all’assessore regionale all’Ambiente Federica Fratoni perché «il mancato dragaggio del Frigido ha messo a grave rischio la città; ha smesso di piovere altrimenti la regione e gli enti locali avrebbero dovuto far fronte ad una alluvione senza precedenti». Nardi che resta decisa sulla sua posizione: il fiume va dragato. frigido m massa 11 12 17Un’operazione che sarebbe stata da attuare nei mesi estivi quando «il greto del Frigido asciutto era quasi a pari delle sponde, invece si è preferito costruire muraglioni». Sull’intervento tanto discusso dalla cittadinanza ha provato a fare un po’ di chiarezza Giovanni Rutili, assessore del comune di Massa spiegando che «a più riprese l’amministrazione comunale ha scritto alla Regione, ente competente in materia, chiedendo l’autorizzazione ad effettuare il dragaggio che non è stato ritenuto necessario. L’ultima richiesta è stata fatta a seguito di una riunione in Prefettura a fine settembre – continua Rutili – ma l’assessore Fratoni ha confermato perentoriamente la posizione precedente ». La risposta dalla Regione è arrivata lo scorso 5 dicembre: «la dinamica dei corsi d’acqua deve essere studiata sulla base delle attuali metodologie di calcolo del trasporto solido, tenuto conto che la modifica della dinamica d’alveo senza una corretta gestione può essere fonte di importanti criticità sulle opere strutturali e sulla sicurezza dei cittadini». Attacca l’amministrazione anche Stefano Caruso, consigliere comunale di Toscana attiva, secondo cui «il sindaco Alessandro Volpi non ha fatto niente per migliorare il reticolo idraulico; è stata la natura che non ha voluto infierire sui suoi figli». Gioisce e basta il grillino Riccardo Ricciardi: «dovremmo tutti, come comunità rasserenarci un attimo, il tempo di un pensiero a quello che non è accaduto e poi lavorare per non provare più questa paura, ma per tornare a dire la ‘pioggia mi concilia il sonno’».

 

ore: 20:47 | 

comments powered by Disqus