ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

giovedì, 7 dicembre, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/12/07/prosegue-il-braccio-di-ferro-legale-tra-porto-spa-e-autorita-portuale-sulla-concessione-della-banchina-taliercio/

Mediavideo Antenna3

PROSEGUE IL BRACCIO DI FERRO LEGALE TRA PORTO SPA E AUTORITA’ PORTUALE SULLA CONCESSIONE DELLA BANCHINA TALIERCIO

di  Redazione web

“Preso atto che verosimilmente non potremo proseguire la nostra attività ultra-quarantennale presso la banchina Taliercio del porto di Marina di Carrara stiamo studiando nostro malgrado misure straordinarie di drastica riduzione sia del personale sia delle attrezzature, che verranno giocoforza trasferite presso altro porto dove non siamo destinatari delle avversità che incontriamo a Marina di Carrara”. Lo scrivono i vertici di Porto di Carrara Spa commentando la notizia dell’ordine di sgombero consegnato negli uffici della società dall’Autorità Portuale, in riferimento alle attrezzature dislocate sulla banchina Taliercio. La vicenda lo ricordiamo è quella per il rinnovo della concessione per l’utilizzo di quello spazio. La Porto Spa ha presentato un ricorso al Tar contro la decisione dell’Autorità Portuale di non rinnovare l’attuale concessione e di procedere all’indizione di indire una gara pubblica. La gara però non è stata ancora bandita ma nel frattempo l’Autorità Portuale ha ordinato alla Porto di sgomberare la banchina dal 1 gennaio. “Per tutelare l’azienda e l’attività abbiamo presentato ricorso al Tar che però ieri ha respinto la nostra domanda cautelare, affermando la libertà dell’Autorità Portuale di optare per la gara” spiegano ancora dalla società di Bogazzi. La battaglia legale certo non finirà qui e la porto annuncia già il ricorso al Consiglio di Stato. Ma mentre il braccio di ferro proseguirà nei tribunali, la città rischia di dover dire addio a un’azienda storica del territorio, che dà lavoro ad almeno 150 persone. Sì perchè a seguito dell’ordine di sgombero Bogazzi sta pensando di trasferire altrove le attività che non potrà più svolgere sulla banchina Taliercio.

ore: 20:26 | 

comments powered by Disqus