ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

mercoledì, 15 novembre, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/11/15/senato-mameli-e-ufficialmente-inno-nazionale-con-ok-commissione-affari-costituzionali-diventa-legge/

Mediavideo Antenna3

Senato: Mameli è ufficialmente inno nazionale Con ok commissione affari costituzionali diventa legge

di  Redazione web

Con il titolo “Il canto degli italiani”, l’inno di Mameli, conosciuto universalmente come “Fratelli d’Italia”, diventerà l’inno ufficiale della repubblica italiana. La commissione Affari costituzionali di palazzo Madama ha infatti approvato, in sede deliberante, il provvedimento che lo istituzionalizza. L’Inno di Mameli fu scelto nel 1946 come inno nazionale provvisorio, ma da allora in poi nessuna legge lo aveva reso definitivo.

Scritto nel 1847 dal ventenne studente genovese Goffedro Mameli è stato musicato a Torino da un altro genovese Michele Novaro. Il 12 ottobre 1946 l’inno di Mameli diventa l’inno nazionale. Dopo 71 anni la commissione Affari costituzionali ha approvato il provvedimento che lo rende “l’inno ufficiale d’Italia”

Primo sì in Parlamento per il riconoscimento dell'Inno di Mameli quale Inno ufficiale della Repubblica: l'infografica de testo dell'inno. ANSA/ CENTIMETRI

Primo sì in Parlamento per il riconoscimento dell’Inno di Mameli quale Inno ufficiale della Repubblica

ore: 21:21 | 

comments powered by Disqus