ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

martedì, 17 ottobre, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/10/17/i-carabinieri-arrestano-due-giovani-di-etnia-sinti-dediti-a-furti-nelle-autovetture-e-a-danno-di-persone-anziane/

Mediavideo Antenna3

I CARABINIERI ARRESTANO DUE GIOVANI DI ETNIA SINTI DEDITI A FURTI NELLE AUTOVETTURE E A DANNO DI PERSONE ANZIANE

di  Redazione web

Due giovanissimi, di 19 e 22 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri di Massa per furti in auto a danni di anziani. Domenica pomeriggio i due giovani di etnia sinti, uno di origine massese e l’altro di Viareggio, entrambi disoccupati, sono stati intercettati subito dopo aver compiuto il fatto. I militari nei pressi del cimitero di Turano hanno bloccato una Toyota Yaris che fuggiva a tutta velocità in direzione mare: perquisendo l’auto, hanno trovato un marsupio con all’interno contante, carte di credito, assegni ed altri oggetti, rubato poco prima ad un 72enne. L’uomo si era recato al cimitero insieme alla moglie e salendo in auto aveva riposto il marsupio sul sedile posteriore: uno dei due giovani, con estrema rapidità, aveva aperto la portiera, afferrato l’oggetto e risalito sulla Toyota guidata dal complice. I due giovani, uno già denunciato per reati contro il patrimonio, sono stati arrestati in flagranza di reato e sottoposti agli arresti domiciliari; il Tribunale di Massa con rito alternativo ha emesso la condanna di un anno e 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa con la sospensione della pena. L’operazione dei carabinieri si inserisce in un quadro di prevenzione mirato a tutelare le persone più vulnerabili; il loro arresto permette ad altri Comandi dell’Arma di verificare episodi nei quali sono state usate carte di credito rubate con le stesse modalità.

 

ore: 19:59 | 

comments powered by Disqus