ore:  12:14 | Vento forte di Grecale, codice giallo domenica 24 ottobre su quasi tutta la regione

ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

venerdì, 26 maggio, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/05/26/la-casa-di-riposo-di-carrara-torna-a-scaldare-il-dibattito-politico-martedi-il-consiglio-comunale-dovra-esprimersi-sul-bilancio-di-prevsione/

Mediavideo Antenna3

LA CASA DI RIPOSO DI CARRARA TORNA A SCALDARE IL DIBATTITO POLITICO. MARTEDì IL CONSIGLIO COMUNALE DOVRA’ ESPRIMERSI SUL BILANCIO DI PREVSIONE

di  Redazione web

E’ una partita ancora tutta aperta quella sui conti della Casa di Riposo di Carrara. Sì perché il bilancio di previsione dell’azienda speciale che arriverà martedì in consiglio comunale continua a spaccare le forze politiche in modo assolutamente trasversale. Il vertici della Regina Elena hanno presentato un bilancio di previsione con una perdita di 300 mila euro. Per sanarli l’azienda ha chiesto al comune di aumentare il suo contributo annuale da 120 a 180 mila euro e all’Asl di incrementare i letti destinati alle cure intermedie e le quote sanitarie. Nel caso una di queste ipotesi dovesse saltare, per scongiurare l’aumento delle rette, il sindaco di Carrara Angelo Zubbani si è impegnato a intervenire con risorse del municipio per appianare l’ammanco. Il documento di bilancio consegnato una ventina di giorni fa dalla dirigenza della Casa di Riposo contiene anche un piano programma che prevede inoltre nuove assunzioni, il prolungamento del comodato con il comune per l’uso della struttura da 9 a 30 anni e una serie di opere di manutenzione straordinaria da 100 mila euro. Visti i conti della Regina Elena molti consiglieri hanno espresso pesanti dubbi sulle assunzioni, che andrebbero ovviamente a gravare sulle casse dell’azienda speciale. Un punto su cui, ieri mattina, nell’audizione alla commissione Partecipate, il direttore Ermanno Biselli ha fatto una clamorosa retromarcia: «Possiamo rinunciare alle assunzioni e al prolungamento del comodato, quello che è indispensabile è il piano di manutenzione straordinaria» ha detto il dirigente. Un ripensamento che però non ha tranquillizzato né la maggioranza né l’opposizione tanto che la seduta si è conclusa con l’uscita del grillino Matteo Martinelli, l’astensione del presidente Conserva, ex socialista, e il voto favorevole al bilancio da parte di Simonetta Corsi, Lanmarco Laquidara e Carlo Boni. Ma, complice anche il clima da campagna elettorale e le spaccature interne al “vecchio” centro sinistra, quello che succederà martedì in consiglio comunale è davvero difficile da prevedere.

ore: 18:02 | 

comments powered by Disqus