ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

venerdì, 12 maggio, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/05/12/approvato-il-bilancio-consuntivo-2016-spendere-meglio-per-aumentare-i-servizi/

Mediavideo Antenna3

Approvato il bilancio consuntivo 2016 “Spendere meglio per aumentare i servizi.”

di  Redazione web

Spendere meglio per aumentare i servizi.

Questo uno dei concetti chiave del bilancio consuntivo 2016 deliberato dal consiglio comunale di Massa ieri sera.

Con venti voti favorevoli, la maggioranza composta da Pd, Mdp, Sel, Articolo Primo e Socialisti, ha dato l’ok al bilancio di chiusura. Un’occasione utile per capire come e quanto il comune ha effettivamente speso, e incassato, nell’anno passato.

“Il dato più evidente dopo 4 anni di amministrazione _ dice il sindaco Alessandro Volpi _ è la capacità del nostro ente locale di mantenere i servizi, contenere la pressione tributaria e razionalizzazione le spese. Non è un caso che siamo riusciti ad incrementare di un milione di euro gli stanziamenti nel sociale senza aumentare il carico fiscale, grazie al taglio dei costi “inutili”.

 

Diversi i dati su cui porre l’attenzione.

Intanto il Comune ha confermato il suo ruolo di investitore effettuando oltre 74 milioni di euro di pagamenti, 63 per la spesa corrente e oltre 10 per investimenti grazie ad una gestione molto attenta dei residui. Una vera boccata d’ossigeno per le aziende che hanno lavorato sul territorio. Sono cresciuti, in termini assoluti, oltre al sociale, gli stanziamenti sul settore ambiente, mentre sono rimasti sostanzialmente invariati gli altri.

La politica della razionalizzazione della spesa, ormai pienamente a regime, determina un risparmio annuo di quasi due milioni di euro, di cui circa un terzo derivante dalla cessazione delle locazioni e dalla rinegoziazione dei contratti assicurativi e di fornitura energia elettrica, un terzo dalla riduzione dei costi della cd politica ed il resto da telefonia, gas, acqua e altri consumi intermedi.

Questa gestione oculata ha consentito di far fronte all’ormai storica riduzione di gettito degli oneri di urbanizzazione e, soprattutto, ad una politica senza compromessi nel settore lapideo che ha portato ad una riduzione dell’attività e, di conseguenza, del gettito di oltre 500.000 euro rispetto al 2015.

Buone notizie invece dall’imposta di soggiorno, il cui gettito, seppur lievemente continua a crescere a dimostrazione del buon andamento del settore turistico e dall’attività di recupero evasione su Ici/Imu/Tassa rifiuti (3.763.000 l’accertamento al lordo del fondo) poco al di sotto del record storico registrato nell’anno precedente.

Il nostro comune è tra i migliori dieci a livello nazionale per l’autonomia finanziaria, mentre resta, come altrove, il problema dell’allungamento dei tempi di pagamento della tassa rifiuti. A proposito della Tari, comunque, è un fatto che prosegue il trend di riduzione che è passato da 17 milioni complessivi del 2014 ai 16.3 del 2016, nonostante l’estensione del servizio di porta a porta.

Confermata anche la scelta di mantenere su livelli complessivamente bassi i costi per i cittadini di mense e asili.

“Il percorso di cambiamento che abbiamo avviato faticosamente, con la collaborazione di dipendenti e l’appoggio del consiglio comunale _ conclude l’assessore Giovanni Rutili _ ci consente di poter dire che pur in quadro complessivo di grandi cambiamenti nella stesura dei bilanci, di riduzione delle risorse e di aumento delle disparità sociali, il comune ha mantenuto welfare locale, con una politica fiscale incentrata sulla progressività e sulla tendenziale riduzione della pressione tributaria”

ore: 18:42 | 

comments powered by Disqus